“Zanardi è una persona speciale”, Tagliani racconta il dopo incidente al Lausitzring

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:01

Intervistato dal Corriere della Sera, Alex Tagliani ha parlato di Zanardi e di quel terribile incidente del 2001 a Lausitzring di cui si rese sfortunato protagonista

zanardi tagliani
Il commento di Alex Tagliani su Zanardi (getty Images)

Sono giorni molto difficili e concitati. Alex Zanardi continua ad essere ricoverato all’ospedale ‘Le Scotte’ di Siena e, sebbene le sue condizioni rimangano stabili, il quadro neurologico è ancora grave. Il campione paralimpico si è trovato improvvisamente a dover affrontare un’altra grande sfida, proprio come 19 anni fa.

Era il 15 settembre del 2001 quando a Lausitzring, durante una gara del campionato di Champ Gar, un terribile incidente gli costò l’amputazione delle gambe. In quel frangente, il pilota Alex Tagliani si rese triste protagonista, finendo addosso alla monoposto incontrollata di Zanardi. Intervistato dal Corriere della Sera, Tagliani è tornato a parlare di quell’episodio. “Non sapevo cosa fosse successo, finii pure io in ospedale dopo lo schianto” spiega il pilota: “Provai a sterzare a sinistra, ma persi i sensi a causa del forte impatto“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> LIVE Zanardi, le condizioni: le ipotesi per il possibile risveglio

Zanardi, parla Alex Tagliani: “Persona speciale, mi ha dato tanto”

Per la seconda volta nella sua vita, Alex Zanardi si trova ad affrontare un’enorme sfida. Tagliani, sfortunato protagonista del terribile incidente del 2001 a Lausitzring, è stato intervistato dal Corriere della Sera. “È una persona speciale, il suo modo di pensare mi ha cambiato la vita” racconta, aggiungendo che: “Mi ha liberato di un peso enorme, facendomi vivere con più leggerezza quell’episodio“. Tagliani è tornato anche sul periodo immediatamente successivo all’uscita dall’ospedale: “Non facevo che pensare a quegli attimi, ero sotto shock“.

Poi, un anno dopo, l’incontro proprio con Alex Zanardi. “Eravamo a Toronto nel 2002, lui mi si avvicinò scherzando sulle nuove gambe” ricorda Tagliani: “Sorrideva, scherzava e mi raccontava della sua voglia di tornare in pista“. La forza d’animo del campione paralimpico è stata di fondamentale importanza per il canadese, che è riuscito a trovare la forza di andare avanti. “Spero che riesca a superare anche questo. Per sé stesso e per la sua magnifica famiglia, a partire dalla moglie Daniela“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Zanardi, dinamica dell’incidente e staffetta: a che punto sono le indagini