Alfa Romeo, auto all’asta per i 110 anni del marchio: l’iniziativa di Catawiki

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:48

Per omaggiare i 110 anni di Alfa Romeo, Catawiki ha messo all’asta una vasta scelta di auto del Biscione: i modelli in vendita.

Alfa Romeo SZ
(Foto: Wheelsage)

Negli ultimi giorni, Alfa Romeo ha compiuto 110 anni di storia e per l’occasione sono state intraprese alcune iniziative. L’ultima quella lanciata da Catawiki. Il portale online, famoso per la vendita di oggetti speciali, ha deciso, questa volta, di mettere all’asta una vasta selezione di modelli del marchio italiano. Tra questi figurano ben 10 auto d’epoca, che hanno inevitabilmente fatto la storia della Casa del Biscione.

Oltre a queste, presenti anche esemplari più recenti, risalenti agli Anni ’90, come la SZ del 1992, prodotta in numero limitato, la 33 1.3 VL sempre del 1992, molto in voga in quel periodo, ma, soprattutto, la Roadster Zagato del 1995, versione cabrio della RZ.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Alfa Romeo 110 anni: visite ai depositi con i modelli inediti del Biscione

Alfa Romeo, le auto d’epoca messe all’asta da Catawiki

Alfa Romeo 2600 Sprint
(Foto: Wheelsage)

L’Alfa Romeo SZ del 1992 in palio è la numero 318 delle 1036 realizzate dalle fabbriche del Biscione. Venne creata con il chiaro intento di stupire, grazie alle sue forme che possono essere considerate estreme, a tal punto da essere soprannominata “Il Mostro“. Proprio per queste ragioni, la vettura è una tra le più ricercate dai collezionisti.

Gli altri cimeli all’asta sono auto d’epoca, come la Giulietta Sprint Speciale del 1962. Questa, in particolare, era di proprietà di un appassionato francese dell’azienda milanese, che la face gareggiare nei tracciati Paul Ricard, Nogaro e Le Mans negli Anni ’80 e ’90. Inoltre, di recente, è stata completamente restaurata. Figurano nella selezione poi, l’Alfa Romeo 2600 Touring del 1964 e la 2600 Sprint Bertone del 1964. La prima è una delle migliori vetture mai costruite dal marchio, con la Carrozzeria Touring Superleggera. Ma anche la seconda non è da meno, considerate le prestazioni e tutte le dotazioni che la rendevano davvero confortevole per l’epoca.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Alfa Romeo, i tesori al Museo: la riapertura per un importante anniversario