Alex Zanardi, nuova operazione decisa dopo Tac, il commento dei medici

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:59
563

I medici del policlinico Le Scotte di Siena hanno annunciato di aver effettuato un secondo intervento di neurochirurgia su Alex Zanardi

Zanardi, nuova operazione di neurochirurgia: come sta il pilota
Zanardi, nuova operazione di neurochirurgia: come sta il pilota

Alex Zanardi è stato sottoposto a un secondo intervento di neurochirurgia. L’annuncio arriva direttamente dall’equipe medica dell’ospedale Le Scotte di Siena, dove il pilota è ricoverato dal momento del grave incidente dello scorso 19 giugno.

I medici hanno spiegato di aver effettuato una seconda operazione chirurgica, durata due ore e mezza. Terminato l’intervento, Zanardi è stato nuovamente ricoverato nel reparto di terapia intensiva, sedato e intubato. I medici non hanno ancora sciolto la prognosi, e definiscono le sue condizioni “stabili dal punto di vista cardio-respiratorio e metabolico, gravi dal punto di vista neurologico”.

Come spiega l’ultimo bollettino diffuso dal policlinico senese, i medici hanno ritenuto necessaria una TAC di controllo “nell’ambito delle valutazioni diagnostico-terapeutiche. Tale esame diagnostico ha evidenziato un’evoluzione dello stato del paziente che ha reso necessario il ricorso a un secondo intervento“.

Leggi anche – Zanardi, l’incidente: tre ipotesi sulle cause, decisiva una “scatola nera”

Zanardi, come potrà evolvere la situazione

Zanardi, come potrà evolvere la situazione
Zanardi, come potrà evolvere la situazione

Questo step era stato ipotizzato dall’equipe che cura il campione. Gli esperti, ha detto il direttore sanitario della struttura Roberto Gusinu, “valuteranno giorno per giorno l’evolversi della situazione, in accordo con la famiglia“. Il prossimo bollettino sarà diramato nel tardo pomeriggio di martedì 30 giugno.

Zanardi è ricoverato dal momento dell’impatto contro un tir nel comune di Pienza, sulla provinciale 146. L’incidente è avvenuto nel corso di una delle tappe della staffetta di “Obiettivo tricolore”, progetto benefico di Obiettivo3, di cui lui e sua moglie sono co-proprietari al 66%. Nell’impatto, il pilota ha riportato gravi traumi cranico-facciali. I medici, prima del ricorso alla seconda operazione, non avevano escluso la possibilità di ridurre il dosaggio dei medicinali e di risvegliarlo dal coma indotto nel corso di questa settimana.

Leggi anche – Zanardi, il figlio emoziona sui social: il nuovo messaggio di Niccolò