Autovelox, come attivare gli avvisi su Google Maps: le novità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:56

Autovelox, come attivare gli avvisi su Google Maps: le novità relative ai dispositivi fissi di rilevamento della velocità. Ora anche in Italia sarà possibile vederli segnalati sull’applicazione

Google Maps avvisi
Autovelox, come attivare gli avvisi su Google Maps: le novità (Foto: Getty)

Quante volte abbiamo cercato di trovare le segnalazioni degli autovelox anche su Google Maps? Riuscire a capire dove sono posizionati i rilevatori fissi di velocità è uno dei principali interrogativi di ogni automobilista che si mette in viaggio. Fino a poco tempo fa in Italia, tuttavia, sull’app di navigazione principale non venivano segnalati. Ora l’azienda americana ha deciso invece di rilasciare lo stesso aggiornamento già attivo negli Stati Uniti e in altri paesi europei.

Il servizio introdotto si basa sul principio utilizzato da Waze (acquistato da Google nel 2013) con segnalazioni social che permettono di rimanere sempre aggiornati. Grazie però alla ricchissima rete di mappe presenti, la versione della Big C è ancora più precisa e dettagliata, veramente il top di gamma. Sui dispositivi Android e iOS l’aggiornamento con la nuova modalità dovrebbe essere automatico. Qualora non lo fosse, basta scaricare l’ultima versione per ritrovarselo comodamente sul proprio smartphone.

La cosa da tenere ben presente è che i simboli che indicano gli autovelox fissi non compaiono automaticamente su Google Maps. Occorre impostare una destinazione e visualizzare il percorso. A quel punto usciranno delle piccole icone arancioni che ci segnaleranno la posizione, oltre chiaramente all’avviso vocale durante la marcia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> WhatsApp, segnalazione autovelox e posti di blocco: cosa si rischia

Autovelox fissi, come attivare gli avvisi su Google Maps: finalmente la modalità è arrivata anche in Italia

Autovelox
Autovelox, come attivare gli avvisi su Google Maps: nuova modalità anche in Italia (Foto: Getty)

Cosa molto importante è l’interazione social che come dicevamo viene mutuata da Waze. Grazie ad un piccolo pulsante bianco con il simbolo +, sarà possibile condividere la presenza di un autovelox anche con gli altri utenti, coprendo perfettamente il territorio tra dispositivi mobili e fissi. Nulla ci coglierà più di sorpresa quindi.

La nuova versione di Google Maps sbarcata in Italia, continua ad essere vietata in alcuni paesi europei. In Francia, Svizzera e Germania, ad esempio, non sono consentiti i sistemi di radar di bordo o Gps che rivelano gli autovelox. Google non ha potuto quindi fornire l’ultima specifica, rendendo invariata la modalità di viaggio sulle loro strade (attenzione quindi a viaggi da quelle parti).

Nell’ultimo step evolutivo di Google Maps è presente inoltre anche la segnalazione dei limiti di velocità nei vari tratti, caratteristica molto richiesta dagli utenti in passato. L’azienda di Mountain View sta introducendo in via sperimentale (ma non Italia) anche un tachimetro in tempo reale che ci permette di vedere la nostra velocità, tarandola con le limitazioni della strada percorsa. Potrebbe sembrare fantascienza, ma il futuro è davvero dietro l’angolo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Google Maps ci aiuta a evitare assembramenti su bus e metro: la nuova funzione