MotoGP GP Jerez, Valentino Rossi ci ride su: “Potevo vincere”

Valentino Rossi si è arreso al 18esimo giro a Jerez a causa di un problema che ha riguardato in modo determinante le gomme. Nonostante la delusione, lui non ha perso l’ironia.

Valentino Rossi
Valentino Rossi nel box Yamaha a Jerez (Foto. Getty Images)

Non inizia nel migliore dei modi la stagione per Valentino Rossi, che aveva iniziato a intravedere già dalle qualifiche come la gara che avrebbe dovuto affrontare avrebbe dovuto essere in salita. Una situazione inaspettata, visto che nelle prime libere del venerdì era stato uno dei più veloci. In gara è andata però peggio di quanto si sarebbe aspettato: il “Dottore” infatti non è riuscito a portare a termine il Gran Premio, chiuso con netto anticipo, la 18esimo giro.

Il rammarico non può che essere grande visto che mancavano solo sette giri alla conclusione della corsa. Riuscire a portarla a termine avrebbe potuto invece avere un importante significato anche sul piano psicologico. Ancora una votla, invece, il numero 46 non è riuscito a gestire al meglio la sua Yamaha. Il rammarico, però, potrebbe apparire doppio visto che a trionfare è stato Fabio Quartararo, che dalla prossima annata prenderà proprio il suo posto nella scuderia ufficiale.

Valentino Rossi
Valentino Rossi in pista (Foto: Getty Images)

Potrebbe interessarti – Valentino Rossi, Razali lo accoglie alla Petronas: “Spero firmi presto”

Un ritiro per Valentino Rossi all’esordio stagionale e una grande amarezza

Al termine della gara Rossi è riuscito ad analizzare con grande lucidità quali siano state le difficoltà che gli hanno impedito di portare a termine la gara: “Le gomme non riescono a funzionare come vogliamo, ancora non riusciamo a comrpenderne la ragione – ha detto -. Non riusciamo a farle funzionare come dovremmo e questo, inevitabilmente, ci impedisce di essere competitivi davvero. I problemi che abbiamo avuto sono legati proprio a questo”.

La delusione è certamente forte, Valentino vuole infatti dimostrare di non avere niente da invidiare ai colleghi più giovani. La sua lunga esperienza maturata in pista potrà quindi essere utile per provare a individuare con i tecnici le ragioni dell’accaduto. Il pesarese ha optato per una doppia soft, come il compagno di squadra Maverick Vinales e i problemi in pista alimentano i dubbi anche su questa scelta: “Con la gomma più dura finiamo per essere più in difficoltà, questo mi ha spinto a scegliere la doppia soft – continua – . Era un rischio, ma comunque calcolato. Nel prossimo weekend saremo ancora qui e dovremo quindi riflettere sui problemi vissuti in questa giornata, se non riuscissimo a trovare una soluzione sarà estremamente difficile poter fare meglio. Peccato, però, se questo difetto non ci fosse stato avrei anche potuto vincere (ha detto con un tocco di ironia, ndr)”.

Potrebbe interessarti – MotoGP GP Jerez, Valentino Rossi replica a Michelin: “I miei problemi sono altri”