F1, reprimenda contro la Racing Point: la decisione della Ferrari

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:47

Anche dopo il GP del Belgio è arrivata una reprimenda dei commissari nei confronti della Racing Point. Questa volta al posto della Renault a chiedere chiarimenti alla FIA.

Racing Point
La Racing Point in pista (Foto: Getty Images)

La stagione di Formula Uno è solo agli inizi ma non sembrano esserci grandi dubbi sull’andamento della classifica, dominata ancora una volta dalla Mercedes. Fuori dai circuiti, però, le polemiche non sono mancate e sono legate, almeno indirettamente anche alle Frecce d’Argento. La Racing Point, infatti, è stata accusata di avere copiato l’impianto frenante dal team tedesco, che sarebbe del tutto simile a quello utilizzano nel 2019. I commissari hanno giudicato la situazione e hanno provveduto a sanzionare la “scuderia Rosa”, ma la decisione è stata ritenuta da molti troppo lieve.

In un primo momento sembrava esserci un fronte comune contro questa decisione, ma ora tutto è cambiato: solo la Ferrari ha presentato appello. In attesa di capire cosa penseranno i giudici, anche dopo il GP del Belgio confermato la reprimenda nei confronti delle monoposto di Sergio Perez e Lance Stroll.

Racing Point
Racing Point ai box (Foto: Getty Images)

Potrebbe interessarti – F1, sentenza Racing Point: la decisione a sorpresa della Renault

Racing Point ancora nell’occhio del ciclone – La Ferrari non fa marcia indietro

A differenza di quanto accaduto nelle precedenti gare, si è riscontrato un importante cambiamento. Nei primi appuntamenti stagionali, infatti, era sempre stata la Renault a manifestare la propria posizione nei confronti dei britannici, mentre ora i francesi hanno mostrato di voler fare un passo indietro.

Il modo di agire del “team Rosa” non sembra comunque essere approvato da tutti. Questa volta, infatti, è la Ferrari (a detta di molti a Maranello dovrebbero innanzitutto pensare a risolvere i propri di problemi piuttosto che pensare a quanto fanno gli altri) a chiedere chiarimenti alla Federazione. Nella giornata di ieri, subito dopo la conclusione del Gran Premio, non era mancato un commento di Toto Wolff in merito, che aveva sottolineato come le continue vittorie della Mercedes portino gli avversari a coalizzarsi contro di loro.

Potrebbe interessarti – Racing Point, freni copiati: la regola cambiata anche col suo voto