Volkswagen, il nuovo SUV si chiamerà Taos: cosa significa il nome

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:07
83

Si chiamerà Taos il nuovo crossover della Volkswagen prossimo all’uscita, come una città del Nuovo Messico: la data di presentazione è fissata per il 13 ottobre.

Volkswagen Taos
(Media.vw.com)

Volkswagen ha rivelato il nome del suo nuovo crossover. Si chiamerà Taos e l’ispirazione è stata tratta da una cittadina del Nuovo Messico le cui caratteristiche, per la casa, rispecchiano l’essenza dell’auto. È, infatti, un piccolo centro, ma al contempo vitale, dove tutte le manifestazioni d’arte da quella grafica a quella culinaria rappresentano un punto nodale.

Il nuovo membro della famiglia Volkswagen verrà ufficialmente presentato il 13 ottobre, giorno che i vertici della casa attendono con grande trepidazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Volkswagen, le promozioni su Golf e Polo: le offerte fino al 30 settembre

Volkswagen Taos, il nome di una città del Nuovo Messico per il nuovo crossover

Volkswagen Taos
(Media.vw.com)

Avrà dimensioni contenute, parametro inversamente proporzionale alle sue capacità. Per tale ragione la Volkswagen ha deciso di ribattezzare il suo nuovo crossover Taos, proprio come una cittadina del Messico famosa per le medesime caratteristiche.

A spiegarlo Hein Schafer, vice presidente del ramo Product Marketing and Strategy di Volkswagen America: “Era di vitale importanza optare per un nome che contenesse l’essenza della macchina. La città di Taos, in Nuovo Messico, per questo è stata giudicata perfetta. Si tratta di un piccolo centro che al contempo, però, offre davvero tanto, dalle attività all’aperto all’arte, per poi passare all’eccellenza nel design e nella cucina“.

La Volkswagen Taos verrà presentata il prossimo 13 ottobre, un evento che sta particolarmente animando i vertici della casa per loro stessa ammissione. Ma forse non sono gli unici: dando un’occhiata alle prime immagini divulgate l’entusiasmo è condivisibile.

Il nuovo crossover sarà commercializzato solo negli USA, così come avvenuto per la Tharu in Cina e la Tarek in Sud Africa. Al momento, però, non è dato sapere se da questi due modelli acquisirà qualche caratteristica che sia essa tecnica o estetica. L’Europa è, quindi, lontana soprattutto se si aggiunge il fatto che nel Vecchio Continente il posto che eventualmente dovrebbe prendere è già occupato da una testa di serie di Volkswagen, ossia il T-Roc.

Taos potrebbe continuare a far inanellare successi alla casa tedesca in questo momento galvanizzata dall’enorme risultato raggiunto in Norvegia con la ID.3. L’elettrica, in termini di vendite, ha infatti surclassato la regina del settore, Tesla, facendo registrare la vendita di più esemplari rispetto alla Model 3.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Volkswagen Golf versione Variant: tutto sulla nuova Wagon