LIVE MotoGP Aragon Gara in diretta: vince Rins, crollo Quartararo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:48
80

Segui in diretta, in tempo reale, giro dopo giro, il MotoGP Aragon che può dare risposte decisive nella corsa al Mondiale piloti

LIVE MotoGP Aragon Gara in diretta tempo reale: si parte alle 14
LIVE MotoGP Aragon Gara in diretta tempo reale: si parte alle 15

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA PAGINA

Mir 121, Quartararo 115, Vinales 109, Dovizioso 106: questa la nuova classifica mondiale dopo il MotoGP Aragon. Cambia il vertice, ma è ancora tutto in discussione. Grazie a chi ci ha seguito in diretta, restate con noi su Automotori News per le classifiche aggiornate, le curiosità, le dichiarazioni dei piloti e tutti gli approfondimenti sul Motomondiale.

LA VINCE RINS DAVANTI AD ALEX MARQUEZ! Splendida gara del fratello d’arte, degna del Cabroncito. Due Suzuki sul podio: terzo Mir. Quartararo 18° e con zero punti. Settimo Dovizioso

GIRO 23 Ultime curve per Rins, si riavvicina però Marquez

GIRO 21 Errore di Marquez che esagera in frenata alla curva 17 ma tiene la moto su

GIRO 20: Marquez studia Rins, dopo il “cavatappino” ma è ancora lontano per attaccare. Un po’ di elastico con 4 giri da percorrere

GIRO 18 Alex Marquez, dopo un paio di giri interlocutori, comincia a studiare l’attacco su Mir per il secondo posto.. E LO FA ALL’ULTIMA CURVA! Festeggia il padre nel box Honda

GIRO 15: Fa fatica Vinales a tenere il ritmo dei primi tre, con Mir che invece recupera tre decimi a Rins. Anche Morbidelli non ricuce su Top Gun. Quartararo precipita, è 17°

GIRO 14: Alla prima curva Marquez infila Vinales, che perde due posizioni in poche curve. Ora è fuori dal podio

GIRO 13 Crolla Quartararo, gli passa avanti anche Dovizioso! Rins gira mezzo secondo più veloce di Vinales, poi infilato da Mir: gran duello nelle ultime curve

GIRO 11 In difficoltà anche Dovizioso nel chiudere le linee in curva. 1.48.9 di Crutchlow, decimo e dietro a Dovizioso. Quartararo scivola settimo, a rischio anche la testa del Mondiale se non dovessero migliorare le prestazioni del Diablo

GIRO 10 Marquez vuole il podio! Quarto, gran sorpasso su Morbidelli. Le Yamaha faticano sulle gomme, lo spagnolo su un binario invece

GIRO 8 Al curvone Rins passa Vinales e si piazza in testa. Velocissimo in curva mentre Top Gun ha rialzato la moto. Quartararo non ha percorrenza in curva, lo passa anche Marquez che sale quinto

GIRO 7 Morbidelli vicinissimo a Quartararo, che fa un po’ di fatica. Attenzione però alla seconda parte di gara perché le gomme potrebbero perdere tanto

ALL’ULTIMA CURVA PERO’ MIR LI PASSA TUTTI E DUE! Morbidelli e Quartararo beffati, Mir anticipa alla grande la frenata

GIRO 6 Giro interlocutorio, Vinales non stacca Rins

GIRO 5 Rins aspetta Quartararo e al curvone vola all’interno: è secondo! Marquez prende anche Miller

GIRO 4 Rins addosso a Quartararo alla fine del curvone prima del rettilineo d’arrivo! Il “Diablo” resta avanti, ma la Suzuki è più veloce ed esce dalle curve meglio.

Giro più veloce per Morbidelli!

GIRO 3 Si gira subito sotto l’1.49. Sbavatura di Morbidelli alla curva 5, Rins si piazza terzo. GIU’ BAGNAIA! Vinales e Quartararo girano su tempi simili, separati ora da poco meno di mezzo secondo. Marquez trasformato, è settimo

GIRO 2 Vinales, Quartararo. Morbidelli in testa. Dietro guida benissimo Alex Marquez, ottavo davanti a Dovizioso. Marquez più veloce a centro curva.

Partito invece malissimo Crutchlow. Vinales ha scelto due gomme soft, combinazione soft-media per Quartararo

GIRO 1 Tris di Yamaha! Bene Quartararo, bene Vinales, Morbidelli fortissimo ma va largo. Mir indietro si fa vedere sulla Suzuki, notevole è già quarto. Dovizioso ottavo

14.57: Inizia il giro di ricognizione del Motorland, caratterizzato da una serie continua di saliscendi con una doppia curva (8-9) che ricorda un po’ il “Cavatappi” di Laguna Seca

14.45: Mancano 15′ per l’inizio del MotoGP Aragon.

La strana stagione 2020 è cambiata dopo 22 giri della prima gara. L’high-side di Marc Marquez al GP Spagna che gli ha provocato la frattura dell’omero del braccio destro ha lasciato il Mondiale di fatto privo del campione del mondo.

Ne è risultata una stagione incerta, sorprendente, con sette vincitori diversi nelle prime nove gare. Il distacco in classifica nel mondiale piloti fra il primo e il quindicesimo è il più contenuto dal 1993, da quando è stato introdotto l’attuale sistema di punteggio.

Quattro piloti sono divisi da appena nove 19 punti. Il Mondiale potrebbe comunque trasformarsi in un duello tra Fabio Quartararo, 21 anni del team Yamaha Petronas, e Joan Mir, 23 anni della Ecstar Suzuki. Il francese ha vinto le prime due gare della stagione a Jerez ma ha ottenuto solo 33 punti dei 125 disponibili nelle successive cinque gare. Il ritorno alla vittoria a Barcellona ha rilanciato le sue chances di conquistare il titolo.

Leggi anche – 

MotoGP Aragon, come può cambiare la corsa al Mondiale

MotoGP Aragon, come può cambiare la corsa al Mondiale
MotoGP Aragon, come può cambiare la corsa al Mondiale

La stagione di Mir, al contrario, si è accesa più lentamente. Le due cadute nelle prime tre gare non lasciavano troppo spazio all’ottimismo. Ma gli 89 punti nelle cinque gare dopo il back-to-back a Jerez hanno reso il maiorchino un contendente serio per il titolo. La Suzuki continua però ad avere un problema in qualifica, bilanciato dalla velocità che Mir riesce a esprimere nella parte finale delle gare.

Andrea Dovizioso, terzo nel mondiale piloti, si sta ancora adattando ai pneumatici Michelin, perché il nuovo tipo di mescola per le gomme posteriori richiede uno stile di guida molto diverso dal suo. Però, nonostante gli alti e bassi, è in piena corsa come Maverick Vinales anche se lo spagnolo ha spesso tradito in gara le attese generate dalla sua evidente velocità nel giro secco in qualifica.

Leggi anche – MotoGP Aragon, la Yamaha ‘rallenta’ su Lorenzo: Meregalli dice il perché