F1, Williams: due piloti per un sedile, Russell “allontana” Perez

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:01

George Russell non avverte la minaccia di Sergio Perez per il suo posto in Williams in ottica 2021. Ha anche la Mercedes a supportarlo.

George Russell F1 Williams
George Russell (Getty Images)

Sono giorni di grande fermento per quanto riguarda il mercato piloti della Formula 1. Oggi è stato annunciato il doppio addio di Romain Grosjean e Kevin Magnussen alla Haas, dunque c’è attesa di conoscere i sostituti per il campionato 2021.

Ma ad essere stato messo in discussione è anche il sedile di George Russell in Williams. Nonostante un contratto valido anche per l’anno prossimo, la scuderia di Grove starebbe valutando l’ingaggio di Sergio Perez. Il messicano, scaricato dalla Racing Point, è un pilota che porterebbe esperienza e anche un po’ di soldi grazie ai sponsor che lo supportano.

LEGGI ANCHE -> Verstappen ed Hamilton insieme in Mercedes: la posizione di Toto Wolff

Formula 1, Russell sul futuro in Williams

Sergio Perez F1
Sergio Perez (Getty Images)

Russell nella conferenza stampa di oggi da Portimao, dove la F1 correrà nel weekend, ha risposto alle indiscrezioni che circolano sul suo addio alla Williams. Queste le sue considerazioni: «Ho un contratto valido per il 2021 e con l’arrivo dei nuovi proprietari non è cambiato nulla a livello contrattuale. Non ne abbiamo mai parlato e non sono preoccupato. Credo che sarò in griglia con la Williams anche l’anno prossimo».

Il talentuoso pilota britannico è sicuro che correrà con il team di Grove anche nel 2021. È tranquillo, ma è pronto a far intervenire la Mercedes se lo scenario dovesse mutare: «Se dovessero emergere motivi per preoccuparsi, parlerò con i ragazzi della Mercedes. Parliamo settimanalmente, ho il loro pieno supporto e credo di essere in un’ottima posizione per il futuro. Ora non ho ragioni per preoccuparmi».

Russell fa parte del programma giovani della Mercedes e corre in Williams grazie a un accordo tra le due scuderie. L’azienda di Stoccarda fornisce i motori al team di Grove, che dunque non può pensare di sbarazzarsi facilmente del driver inglese.

Da vedere se la nuova proprietà, il fondo di investimento statunitense Dorilton Capital, deciderà effettivamente di scaricare Russell per fare spazio a Perez. Dei contatti ci sono stati, stando a quanto emerso dai rumors del paddock della F1, però potrebbero non sfociare in niente di concreto.

Il pilota messicano spera anche in una chiamata della Red Bull, che valuta lui e Nico Hulkenberg come eventuali sostituti di Alexander Albon. Il thailandese non convince ancora del tutto e potrebbe venire retrocesso in Alpha Tauri nel 2021.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Mick Schumacher in Formula 1: via libera per il nuovo team, l’indizio