Valentino Rossi, Pablo Nieto svela un aneddoto sulla quarantena

Pablo Nieto ha svelato come Valentino Rossi rimanga vicino al team di sua proprietà, nonostante sia obbligato a seguire le gare da casa.

Valentino Rossi Luca Marini
(Foto: Getty)

Un periodo certamente non facile per il nove volte campione mondiale di MotoGP, che è costretto a restare a casa dopo esser risultato positivo al Covid-19. Valentino Rossi, infatti, attualmente si trova in quarantena, nella sua abitazione di Tavullia. Tuttavia, il proprietario dello Sky Racing Team VR46 ha fatto sentire tutta la propria vicinanza ai colleghi e ai piloti impegnati nel doppio appuntamento di Aragon.

A svelarlo è stato Pablo Nieto, team manager della squadra orfana altresì del supporto di Alessio Salucci, alias “Uccio“, in un’intervista a DAZN: “Da casa ci ha chiamato un po’ più del solito“. Contatti dunque ininterrotti tra il box e il Dottore, che ha voluto rimanere aggiornato su ogni aspetto del doppio weekend spagnolo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Valentino Rossi assente al GP Teruel: il messaggio social della Yamaha

Pablo Nieto su Valentino Rossi: “Ci dà guerra”

Luca Marini Marco Bezzecchi Moto2
(Foto: Getty)

Valentino ogni volta che ti chiama ti aiuta tanto – spiega Pablo Nietospecialmente con tutto ciò che ha passato. Siamo fortunati ad averlo. Da casa sembra totalmente diverso, ma la verità è che qualsiasi consiglio lo devi sfruttare al 100%. Ha un’esperienza incredibile, aiuta davvero“.

Il team manager spagnolo poi prosegue, aggiornando il pubblico anche sullo stato di salute del boss:La scorsa settimana stava fisicamente peggio, perciò ha trascorso più tempo a letto. Tuttavia, adesso che inizia a sentirsi meglio per lui è ancora più difficile stare a casa non potendo fare nulla. Ci dà guerra, ma una guerra positiva. E’ aggiornato su tutto“.

Infine, l’intervista si chiude con Nieto che spiega il modo in cui Rossi ha vissuto la delusione del primo GP ad Aragon, con la caduta del fratello, Luca Marini, e del suo compagno di squadra, Marco Bezzecchi, entrambi in piena corsa al titolo Moto2.Valentino era sconvolto, come tutti gli altri, ma l’ha vissuto ancora peggio. Ci ha detto che mancano 100 punti e che dobbiamo continuare a spingere“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Stoner, da Marquez a Valentino Rossi: che bordate dall’ex pilota Ducati