Auto elettriche, colonnine ricarica in Autostrada: il progetto per l’intera rete

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:37

Per facilitare la dffusione delle auto elettriche si lavora a un progetto che prevede l’inserimento di colonnine di rcarica su tutta la rete autostradale.

auto elettriche
Autostrada (Foto: Getty Images)

Le auto elettriche faticano ancora a diffondersi su scala più ampia soprattutto per i costi non sempre ritenuti accessbili da tutti, ma anche perché i punti esterni dove poter effettuare la ricarica del veicolo non sono ancora così numerosi. Autostrade per l’Italia sembra essere però intenzionata a colmare il prima possibile questa lacuna e sta predisponendo un piano che potrebbe prevedere l’inserimento di colonnine anche lungo la rete autostradale.

Nonostante siano diversi i modelli che garantiscano una discreta autonomia, infatti, sono diversi gli automobilisti che avvertono il timore, soprattutto psicologico, di “restare a secco”. La società ha deciso di lavorare concretamente a un piano ad hoc che possa prevedere un incremento delle strutture di ricarica più capillare. Una soluzione che potrebbe rivelarsi adeguata soprattutto per chi è abituato a viaggiare quotidianamente per motivi di lavoro ed è abituato anche a fare decine di chilometri in poche ore.

Mercato Auto elettriche
Auto elettriche (Getty Images)

Potrebbe interessarti – Festeggiare il compleanno in Autostrada: l’idea per arginare il decreto

Autostrade per l’Italia: il piano per la ricarica delle auto elettriche

Secondo quanto riporta La Repubblica, il progetto punta all’inserimento di almeno 70-100 aree di servizio su tutta la rete. Le stazioni che saranno installate sarebbero ad alta potenza: fino a 350 Kw. Non mancherebbe anche l’attenzione nei confronti dell’ambiente: la concessionaria autostradale, infatti, sta lavorando per raddoppiare la capacità di produzione di energia da fonti rinnovabili, anche attraverso un servizio di ricariche elettriche 100% green.

Tutto questo potrebbe finalmente permettere di trasformare in realtà le idee indicate recentemente dall’ad, Roberto Tomasi. A inizio anno il dirigente non aveva nascosto la sua ambizione: rendere Autostrade per l’Italia un operatore integrato di mobilità grazie a investimenti ad hoc. A fare da supporto sarà Aspi Tech, azienda del Gruppo Autostradale dedicata allo sviluppo tecnologico.

Potrebbe interessarti – Auto elettriche, che fine fanno le batterie: il nuovo progetto per il riciclo