Iannone squalificato, gesto solidale dal team Pramac al GP Valencia | Foto

Il team Pramac Racing, con il quale Andrea Iannone ha esordito in MotoGP, ha voluto mostrare la propria vicinanza al pilota a Valencia.

Francesco Bagnaia MotoGP
Francesco Bagnaia (Getty Images)

La pesante squalifica per doping inflitta ad Andrea Iannone ha un po’ scosso il paddock MotoGP. Nessuno si aspettava una condanna del genere, dopo che la FIM lo aveva già sospeso per 18 mesi e sembravano sufficienti.

Il TAS di Losanna ha respinto il ricorso del pilota abruzzese, assecondando invece quello della WADA che chiedeva una squalifica di quattro anni. Carriera pressoché conclusa per The Maniac, che dovrà trovare altro modo per impegnare il suo futuro.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> MotoGP, l’on board con Rins sul circuito di Valencia – Video

Pramac Ducati, sostengo a Iannone da Valencia

andrea iannone MotoGP
Andrea Iannone (Getty Images)

Tra coloro che sono rimasti sorpresi dalla stangata inflitta dal TAS di Losanna a Iannone c’è Francesco Guidotti, team manager Pramac Racing. Si tratta della squadra per la quale il pilota abruzzese ha corso in MotoGP nel 2013 e nel 2014, debuttando nella top class del Motomondiale dopo le tra stagioni in Moto2.

Guidotti ai microfoni di Sky Sport MotoGP si è così espresso sulla vicenda Iannone: «Ovviamente noi condanniamo tutto quello che riguarda il doping e rispettiamo la sentenza. Il doping è sempre stato lontano da questo ambiente. Il verdetto ha colpito tutti, sembra molto sbilanciata rispetto a quella che è la situazione e in particolare la volontarietà di Andrea nella faccenda».

Il team Pramac ha voluto fare un gesto solidale nei confronti del rider abruzzese in questo secondo weekend a Valencia. Infatti, sulle Ducati Desmosedici GP20 di Francesco “Pecco” Bagnaia è stato esposto il numero 29, quello di Iannone. Di seguito la foto scattata da Sky Sport MotoGP.

Iannone Pramac Ducati Valencia GP
(foto Sky Sport MotoGP)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> MotoGP, Crutchlow sostituisce Lorenzo come tester: l’annuncio Yamaha