LIVE F1 GP Turchia, Prove Libere in Diretta: Verstappen primeggia, ottimo Leclerc

La cronaca in tempo reale delle prove libere del GP di Turchia con aggiornamenti su tempi e piazzamenti

Max Verstappen è stato costretto al ritiro quando era secondo a 12 giri dalla fine a Imola. La Formula 1 pubblica il video della foratura da un'angolazione inedita
Max Verstappen

CLICCA QUI PER AGGIORNARE IL LIVE IN TEMPO REALE

E’ di Max Verstappen il giro più veloce di questa seconda sessione di prove libere del GP di Turchia: a seguire Leclerc, Bottas, Hamilton, Albon e Kvyat. Grande attesa per la terza sessione di domani per la quale si annuncia pioggia. Caso più unico che raro: per una volta a dettare i tempi non è la Mercedes ma la Red Bull…

Questa la lista dei tempi al termine della sessione:

1 Max Verstappen Red Bull Racing 1:28.330
2 Charles Leclerc Ferrari +0.401
3 Valtteri Bottas Mercedes +0.575
4 Lewis Hamilton Mercedes +0.850
5 Alexander Albon Red Bull Racing +1.033
6 Daniil Kvyat AlphaTauri +1.359
7 Pierre Gasly AlphaTauri +1.614
8 Sebastian Vettel Ferrari +1.692
9 Lance Stroll Racing Point +1.967
10 Lando Norris McLaren +2.577
11 Sergio Perez Racing Point +2.774
12 Esteban Ocon Renault +3.050
13 Antonio Giovinazzi Alfa Romeo Racing +3.163
14 Carlos Sainz McLaren +3.168
15 Daniel Ricciardo Renault +3.330
16 Kimi Räikkönen Alfa Romeo Racing +3.602
17 George Russell Williams +3.972
18 Romain Grosjean Haas F1 Team +4.240
19 Kevin Magnussen Haas F1 Team +4.477
20 Nicholas Latifi Williams +5.158

14.30 – BANDIERA A SCACCHI: il tempo è scaduto

14.27 – Tutti concentrati sul passo gara, non cambieranno più i tempi

14.25 – Migliora Vettel, che resta intorno all’ottavo tempo assoluto

14.23 – Ancora un testa coda: stavolta è Kvyat a finire lungo, nessuna conseguenza

14.21 – Meno di dieci minuti al termine: Verstappen, Leclerc, Bottas e Hamilton: quasi tutti stanno misurando il passo gara

14.20 – Ennesimo lungo: stavolta è Raikkonen a perdere l’assetto in curva

14.18 – Le Alfa: Giovinazzi 13esimo, Raikkonen 16esimo

14.15 – Vettel è ottavo, 1.6″ da recuperare…

14.14 – Poi Leclerc a quattro decimi, quindi Bottas e Hamilton, Albon e Kvyat

14.13 – Sempre Verstappen davanti, 1.28.330 il tempo della migliore delle Red Bull

14.10 – Leclerc continua a girare con ottimi tempi e copn una certa continuità, al momento è il pilota che ha girato di più

14.06 – Un lungo anche per Leclerc…

14.05 – Russell! Spettacolare testa coda proprio davanti all’uscita del box: nessuna conseguenza

14.02 – Tutto cristallizzato in testa, non cambia nulla

13.59 – Davanti Verstappen poi Leclerc a quattro decimi; e a seguite Hamilton, Albon e  Bottas

13.57 – Di nuovo Verstappen in testa nella seconda sessione delle prove libere del GP di Turchia

13.54 – Torna Leclerc davanti a tutti: poi le Red Bull: 1.28.731

13.51 – Hamilton è ottavo, Bottas undicesimo

13.51 – Verstappen in seconda posizione: le Red Bull avanti

13.50 – Anche Vettel finisce leggermente lungo

13.50 – Finisce lungo Perez, nessuna conseguenza

13.46 – Gasly in quinta posizione

13.44 – Cominciano ad abbassarsi i tempi: dietro Albon si migliorano sia Leclerc che Verstappen che Vettel

13.43 – Sempre Albon con il miglior tempo, 1.29.627

13.40 – Cancellato il tempo di Vettel che continua a spingere

13.40. Vettel, non male. Terzo a 0-184 millesimi da Leclerc

13.35 – Molti rientrano per cambiare le gomme: si punta sulle rosse per migliorare la prestazione sul giro

13.33 – Non cambia molto per il momento, situazione cristallizzata con Leclerc, Albon, Hamilton, Verstappen e Vettel

13.30 – Quasi tutti fermi ai box

13.28 – Tempi che vanno via via migliorando. Hamilton adesso è secondo a sei decimi da Albon, poi Verstappen e Leclerc

13.26 – Albon continua a spingere

13.26 – Verstappen rientra con una gomma a pezzi

13.24 – Vettel è decimo al momento, tempi costanti

13.22 – Bottas quarto, Hamilton quinto: si comincia a spingere

13.21 – Leclerc si migliora e sale al secondo posto scavalcando Verstappen

13.18 – Testa coda senza conseguenze anche per la Haas di Grosjean

13.17 – Prima Verstappen poi Albon in cima alla lista dei tempi con Leclerc terzo

13.16 – La pista migliora ma è ancora molto sdrucciolevole, gomme appena un pochino più performante

13.15 – Leclerc davanti a tutti, 1.33.429, i tempi cominciano a migliorarsi ma siamo a otto secondi dal record della pista che resiste dal 2005

13.13 – Esce anche Hamilton che si piazza subito alle spalle di Bottas, a tre decimi

13.12 – Bottas davanti a tutti: 1.34.300

13.10 – Cominciano a registrarsi i primi tempi in miglioramento, ma siamo sempre molto molto alti

13.07 – Escono Vettel e Leclerc

13.05 – Ancora molta cautela da parte deu piloti. Hamilton resta ai box

13.03 – Esce subito Bottas e firma un 1.38.443, siamo sempre lontanissimi dai migliori tempi possibili

13.00 – Inizia la seconda sessione delle prove libere si spera con una pista un po’ più performante rispetto a quella vista stamattina, con tante auto fuori pista e tanti testa coda

Poche emozioni in questa prima sessione di prove libere del GP Turchia di Formula 1: è Max Verstappen a chiudere con il miglior tempo al termine della prima sessione di prove libere. Dietro di lui Albon. Poi la Ferrari di Leclerc con Gasly che si inserisce al quarto posto davanti a Vettel. Tempi molto alti, condizionati dalla pista molto scivolosa e umida che ha provocato diversi testa coda e anche l’indicente di Sainz sulla McLaren.

Questa la griglia dei tempi

1 Max Verstappen Red Bull Racing 1:35.077
2 Alexander Albon Red Bull Racing +0.241
3 Charles Leclerc Ferrari +0.430
4 Pierre Gasly AlphaTauri +0.466
5 Sebastian Vettel Ferrari +0.543
6 Daniil Kvyat AlphaTauri +1.661
7 Lando Norris McLaren +2.139
8 Antonio Giovinazzi Alfa Romeo Racing +2.426
9 Valtteri Bottas Mercedes +2.552
10 Esteban Ocon Renault +3.351
11 Nicholas Latifi Williams +3.431
12 Sergio Perez Racing Point +3.535
13 Lance Stroll Racing Point +4.407
14 Romain Grosjean Haas F1 Team +4.948
15 Lewis Hamilton Mercedes +5.148
16 Kimi Räikkönen Alfa Romeo Racing +5.958
17 Kevin Magnussen Haas F1 Team +6.777
18 Daniel Ricciardo Renault +10.079
19 Carlos Sainz McLaren +11.385
20 George Russell Williams +14.179

SEMAFORO VERDE, FINE DELLE PROVE LIBERE

10.30 – Poco da dire… tempi difficili da commentare, tutti vanno molto piano

10.28 – Ancora una bandiera gialla, testa coda per Kvyat alla curva #12

10.27 – Hamilton è tredicesimo, Bottas è nono

10.25 – A questo punto le prove di oggi pomeriggio rischiano di diventare decisive per stilare la griglia

10.24 – Certo, una condizione del genere preoccupa soprattutto per le prove di domani mattina e per il GP che si terrà comunque alle 11.10 di domenica e dunque con una temperatura un poì più alta

10.22 – Albon, Leclerc, Vettel, Gasly, Kvyat, Verstappen e Norris

10.20 – Dietro Albon le Ferrari di Leclerc e Vettel

10.18 – Di Albon il tempo migliore, 1.35.518

10.15 – Attacca Albon

10.11 – Si riprende a girare: ma sempre con tempi alti

10.08 – Rimossa la macchina di Sainz… semaforo verde

10.05 – Non sembrano esserci conseguenze ma scatta la bandiera gialla

10.03 – INCIDENTE, la McLaren di Sainz si appoggia alle barriere di protezione

09.50 – Tempi sempre altissimi, si corre con estrema cautela e con molte difficoltà

09.46 – Anche Ricciardo per ora non è nella timing list

09.45 – Hamilton sta già tornando ai box. Ma senza tempi

09.44 – Sainz torna ai box, c’è qualche problema sul motore della McLaren

09.43 – Miglior tempo per Verstappen, 1.42.753

09.42 – Testa coda anche per Gasly che perde il posteriore alla curca #1

09.41 – Russell, reduce dal grave errore di Imola che lo ha messo fuori dai giochi per accedere ai punti, si presenta in pista con le gomme soft

09.40 – Hamilton esce dai box

09.37 – La pista sembra cominciare a essere appena un pochino più veloce ma con qualche punto ancora molto rischioso

09.35 – Hamilton non è ancora uscito

09.30 – Bottas piazza un 1.43.009, ma i tempu sono sempre molto molto al di sotto delle possibilità di auto e piloti

09.28 – In pista anche Raikkonen e Vettel ma tempi altissimi

09.26 – Girano in pochi, e con grande difficoltà: tutti con gomme bianche

09.24 – Difficile aspettarsi dei tempi davvero eccellenti questa mattina,…

09.23 – Il problema è la tenuta delle gomme: umidità, gran parte del circuito ancora all’ombra, temperatura bassa per le gomme, asfalto molto sporco (è nuovissimo) e per nulla gommato

09.22 – Il record della pista è sempe quello di Montoya del 2005, 1.24.770

09.21 – Il primo tempo utile, ma siamo lontanissimi dai possibili tempi migliori, Bottas: 1.44.948

09.18 – Diciotto minuti se ne sono andati, ancora nessun tempo

09.17 – Le macchie di umido sono evidentissime e questo fa riflettere in vista del Gran Premio che si terrà alle 11 di domenica in condizioni probabiolmente molto simili

09.15 – Per il momento nessun tempo: anche Bottas finisce lungo in curva a causa dell’umidità

09.14 – Assente a Istanbul Mattia Binotto che sta lavorando a Maranello allo sviluppo della vettura 2021

09.14 – Entrano le Mercedes, prima Bottas

09.13 – Semaforo di nuovo verde, si torna in pista

09.11 – Arriva l’alert della direzione corsa: si riparte tra un paio di minuti

09.08 – Corre il cronometro ma per ora le prove non ripartono

09.04 – Subito una bandiera rossa, bisogna rimettere a posto il birillo centrato da Leclerc e vedere se la pista si asciuga almeno un pochino. Prove sospese

09.02 – Leclerc centra in pieno il birillo che delimita l’uscita dai box…

09.00 – PARTITI! SEMAFORO VERDE, si torna a girare a Istanbul dopo nove anni: ultimo GP nel 2011

08.55 – Le condizioni della pista sono buone ma ci potrebbe essere un po’ di umidità e sicuramente l’asfalto al momento non è gommatissimo

08.50 – Oggi festeggia i suoi 21 anni Lando Norris, festeggiato con tanti palloncini al suo arrivo ai box…

08.48 – C’è un bel sole su Istanbul, temperatura ancora freddina ma gradevole: ricordiamo che anche il GP partirà alle ore 11 di domenica mattina

08.45 – Orario inconsueto per queste prove libere del Mondiale di Formula 1 che torna in Turchia: a Istanbul sono le 11. Due ore in anticipo rispetto all’Italia per via dell’ora legale… quindi si comincia molto presto

Siamo alla resa dei conti e il GP Turchia è sicuramente uno degli appuntamenti più attesi di questa stagione di Formula 1 perché i conti per quanto riguarda il titolo mondiale piloti potrebbero divetare definitivi.

GP Turchia decisivo per Hamilton

La Mercedes ha già messo al sicuro il titolo costruttori con largo anticipo. Ad Hamilton manca davvero poco per conquistare la vittoria ed entrare definitivamente nel mito. Si torna a gareggiare sul circuito di Istanbul dove da diverso tempo la Formula 1 non tornava. L’ultima edizione si tenne nel 2011 e da allora il circuito è rimasto praticamente identico con qualche piccolo intervento in queste ultime settimane nell’ambito della sicurezza.

La situazione in classifica piloti vede Hamilton sempre più saldamente al comando: 282 punti per il pilota inglese che difende 88 punti di vantaggio da Bottas.

LEGGI ANCHE > “Lewis Hamilton ha bisogno di un altro compagno” Button silura Bottas

Hamilton diventa campione se…

Il numero da sottolineare è 17: se alla fine del Gran Premio di Turchia Hamilton avrà perso meno di 17 punti da Bottas sarà campione. In pratica Bottas è costretto a vincere, e sperare – vincendo – che Hamilton finisca al di sotto dell’ottavo posto. Ma se il finlandese non dovesse vincere per Hamilton sarò comunque titolo mondiale garantito anche se l’inglese non dovesse andare a punti.

Il Calendario del GP Turchia

Il fine settimana del GP di Turchia sul circuito di Istanbul, varierà leggermente i suoi appuntamenti rispetto alle abitudini. Le prove libere: prevedono due sessioni del venerdì, da un’ora e mezza ciascuna, alle 9 e alle 13. Sabato si torna in pista dalle ore 10 con un’altra ora cronometrata per preparare le qualificazioni che scatteranno alle ore 15 con il consueto format: Q1 per tutte le 20 auto iscritte, Q2 per i 15 migliori tempi e Q3 per gli ultimi 10 migliori tempi che disegneranno la griglia di partenza definitiva.

La gara di domenica è invece in programma in anticipo rispetto al consueto: semaforo verde alle ore 11.10.

LEGGI ANCHE > AC-DC, la band preferita in Formula 1: la top five delle hit più suonate | Video

Il circuito di Istanbul

Il circuito di Istanbul è relativamente recente, fu inaugurato nel 2003 e ospitò il suo primo gran premio due anni dopo. Il giro più veloce appartiene ancora a Juan Pablo Montoya… e sicuramente cadrà: il percorso dovrà essere ripetuto in corsa per 58 giri. In Turchia le condizioni meteo sono all’insegna della variabilità: cielo nuvoloso tra venerdì e sabato, con qualche precipitazione durante le qualifiche.

LEGGI ANCHE > La Formula 1 saluta Carey: “Ha abbassato i toni di un forte agonismo”