Morbidelli vice-campione MotoGP e rivincita: che frecciata alla Yamaha

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00

Franco Morbidelli si è preso la sua rivincita sulla Yamaha, che lo considerava il quarto pilota a inizio campionato MotoGP 2020. È felice.

Franco Morbidelli
Franco Morbidelli (Getty Images)

Bravissimo Franco Morbidelli anche a Portimao, dove ha concluso la gara con il terzo posto. All’ultimo giro è stato beffato da Jack Miller, che a sua volta era stato da lui battuto a Valencia.

Grande soddisfazione per il pilota del team Petronas SRT, che è il migliore di quelli Yamaha anche nella classifica mondiale. Secondo posto assoluto a solo 13 i punti di distanza dal campione del mondo Joan Mir. Sicuramente qualche rimpianto c’è per alcune corse andate male non per colpa sua.

LEGGI ANCHE -> MotoGP 2020: classifica finale Mondiale piloti e costruttori, i punteggi

Morbidelli dopo la gara di Portimao

Franco Morbidelli
Franco Morbidelli (Getty Images)

Morbidelli ai microfoni di Sky Sport MotoGP si è così espresso su questo finale di campionato 2020: «Mi aspettavo Oliveira forte, si vedeva che aveva qualcosa in più degli altri già nelle prove libere anche se non era sempre primo nella classifica.».

Il pilota italo-brasiliano è molto soddisfatto del suo 2020, si è anche preso una rivincita sulla stessa Yamaha: «Stagione fantastica. All’inizio mi sentivo la quarta forza di Yamaha. Non dico messo da parte, non è vero, però avere una moto diversa dagli altri mi ha fatto sentire un po’ menomato. Però abbiamo concentrato la rabbia nel lavoro, questo ha pagato e ha fatto la differenza. Con Forcada rapporto particolare quest’anno e non sono mai stato così contento con un capo-tecnico. Ci siamo presi una bella rivincita e ci siamo tolti delle grandi soddisfazioni, sono contentissimo».

Franco ritiene un grande traguardo essere vice-campione MotoGP 2020: «Non pensavo a cosa sarei diventato e che futuro avrei avuto. Quando correvo alla Cava da piccolo improvvisavo senza avere ambizioni e traguardi. Mi sarei messo a piangere se mi avessero detto che sarei stato vice-campione MotoGP».

Infine il Morbido ha spiegato che non ne aveva per rispondere a Miller dopo il sorpasso dell’ultimo giro: «La mia gomma posteriore era distrutta, la sua stava meglio. Aveva più velocità alla fine, ha chiuso ogni varco ed è stato bravo».

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> MotoGP Portimao, Pagelle Gara: Oliveira missile, Rossi si accontenta