GP Bahrain, Leclerc e Vettel male nelle Libere: Binotto spiega i problemi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:00

Charles Leclerc e Sebastian Vettel fuori dalla top 10 dopo la prima giornata di Prove Libere di F1 in Bahrain. Mattia Binotto spiega i motivi.

Mattia Binotto Ferrari
Mattia Binotto (Getty Images)

Ferrari non particolarmente brillante nelle Prove Libere del Gran Premio del Bahrain 2020 di Formula 1. Le due SF1000 sono rimaste fuori dalla top 10 sia nella prima che nella seconda sessione di oggi.

Sebastian Vettel sembra anche essere più in palla di Charles Leclerc, almeno stando a quanto visto in FP2. Il tedesco ha chiuso dodicesimo il secondo turno, mentre il monegasco quattordicesimo con circa tre decimi di gap rispetto al compagno di squadra e qualche problema in più nell’essere efficace anche sul passo gara.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> F1 GP Bahrain, un cane provoca bandiere rosse nelle Libere: il video

Binotto commenta le Prove Libere in Bahrain

GP Bahrain Ferrari
Charles Leclerc nelle Prove Libere del GP Bahrain 2020 di F1 (Getty Images)

Mattia Binotto, non presente in Bahrain, è intervenuto durante Paddock Live su Sky Sport F1 per commentare questa giornata di Prove Libere a Sakhir: «I piloti non hanno ancora confidenza con l’auto. Non bene i tempi, manca velocità. Abbiamo raccolto raccolto tanti dati anche per il 2021, da qui a domani potremo fare un buon lavoro con tutte le informazioni che abbiamo. Possiamo migliorare sia sul giro singolo che sul passo gara. Bisogna fare progressi su gestione delle gomme, il surriscaldamento e il degrado. Un inizio in salita».

Le gomme preoccupano un po’ il team principal Ferrari. Ma per Qualifiche e Gara la pista sarà un po’ più gommata e ciò potrebbe aiutare: «Gli pneumatici di quest’anno – spiega – sono uno step più morbide rispetto a quelle del 2019. L’anno scorso il degrado al posteriore era elevato. Mi aspetto una gara in cui sia le medie che le dure saranno necessarie. La nostra auto non è ancora a posto sul bilanciamento, comunque su medium e hard siamo un po’ più a posto che sulle soft. Abbiamo la serata per lavorare, correggere i problemi ed essere più veloci in FP3».

Binotto conferma che Leclerc ha avuto maggiori problemi di Vettel con la SF1000, spiegando la causa della competitività bassa mostrata dal monegasco: «Charles ha un po’ più di difficoltà con la vettura nel trovare il bilanciamento corretto. Ha lavorato molto stamattina in ottica 2021, quindi è comprensibile».

LEGGI ANCHE -> Ferrari cambia idea sul congelamento motori: la rivelazione di Binotto