Napoli, voragine all’ospedale: arrivano i “turisti”, decine di Auto in fila | Foto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:45

A Napoli, nel luogo presso l’ospedale del Mare dove si è aperta un’enorme voragine, decine di auto si sono messe in fila per guardare l’enorme fossato da vicino

Napoli, voragine all'ospedale: arrivano i "turisti", decine di Auto in fila | Foto
Napoli, voragine all’ospedale: arrivano i “turisti”, decine di Auto in fila  (Getty)

Il luogo in cui nei giorni scorsi si è aperta un’enorme voragine è diventato meta turistica. A Napoli, davanti l’ospedale del Mare, la gigantesca buca che si è aperta nel parcheggio sta richiamando l’attenzione di decine e decine di curiosi. Come si legge su Il Mattino, Dallo scorso 8 gennaio, giorno del grave incidente, in via Luca Pacioli, di fronte il parcheggio crollato, decine di automobili sostano e si mettono in fila sin dalle ore del mattino.

Sono le macchine di chi vuole andare a vedere da vicino la voragine. In tanti scendono dalle vetture per affacciarsi al ciglio della strada e scattare foto dell’enorme voragine. In realtà, la strada è un’arteria a scorrimento veloce, ma è praticamente deserta a causa delle limitazioni Covid. Ecco perché una parte della carreggiata è costantemente occupata da automobili in fila e in sosta.

Tutti in fila davanti la voragine
Tutti in fila davanti la voragine (Getty)

Ti potrebbe interessare anche – Napoli, voragine davanti all’Ospedale del Mare: auto inghiottite | FOTO

Voragine all’ospedale: file di auto per scattare foto e girare video

Il maggior afflusso di “turisti” e curiosi si è registrato nella giornata di domenica. Proprio come una perversa scampagnata, molte persone che hanno visto le immagini in tv e sul web hanno voluto vedere da vicino il misfatto. Tante foto e video da chi si mette in fila, e che prontamente condivide. A poco servono gli sporadici interventi dei vigili urbani che mandano via le auto (in quella strada la sosta è vietata).

Ma il turismo perverso ormai prende sempre più piede, ed è un fenomeno di malcostume ormai difficile da debellare. Evidentemente le dirette televisive e del web non bastano: troppo forte la voglia di vedere “da vicino” il luogo di un evento di cui tutti parlano. E per fortuna, almeno stavolta, non ci sono stati feriti e vittime: la voragine sarebbe stata causata da infiltrazioni dovute alle forti piogge dei giorni scorsi.