Mercedes, Ralf Schumacher individua il problema: “E’ evidente”

I tre giorni di test in Bahrain hanno mostrato qualche pecca per la Mercedes: Ralf Schumacher individua il problema

ralf schumacher
Ralf Schumacher (Getty Images)

Gli occhi erano tutti su di lei, la regina della Formula 1 da sei anni: la Mercedes nella tre giorni di test in Bahrain ha però disatteso le aspettative. Bottas e Hamilton hanno avuto più di un problema e i tempi registrati dalla monoposto tedesca non sono stati entusiasmanti. I due piloti non sono riusciti quasi mai a fare tempi da vertice, al contrario della Red Bull che, invece, è apparsa subito in grande forma.

Toto Wolff nel commentare i risultati della tre giorni di prove ha ammesso le difficoltà, ma non sono in pochi a credere che la Mercedes abbia giocato un po’ a ‘nascondino’ per poi svelare tutto il suo potenziale la prossima settimana nel primo Gran Premio stagionale in programma sulla stesso circuito.

LEGGI ANCHE >>> Leclerc, va oltre Mercedes e Red Bull: “Una monoposto è impressionante”

Mercedes, Ralf Schumacher: “La prima gara non sarà facile”

Bottas
Bottas (Getty Images)

Non rientra tra chi pensa che la Mercedes abbia nascosto il proprio potenziale Ralf Schumacher. L’ex pilota tedesco, attualmente opinionista di Sky Deutschland, è anzi convinto che la scuderia campione del mondo faticherà non poco nella prima gara della stagione, lì dove la Red Bull partirà con meno difficoltà. E’ la scuderia austriaca a partire davanti, almeno nel primo Gp stagionale, secondo l’ex Jordan, Williams e Toyota.

Ralf Schumacher individua nell’aerodinamica il problema principale della Mercedes: “E’ evidente che stanno affrontando un problema di aerodinamica. Lo si capisce dalle difficoltà che Hamilton ha al volante: la monoposto non reagisce come ci si aspetta“. L’ex pilota continua la sua analisi spiegando che “se è un errore nel concept, è stato forse amplificato dalle nuove gomme“.

In virtù di questo, Schumacher crede che “la prima gara non sarà facile per la Mercedes“. Al contrario della Red Bull che “ha una vettura che già risponde perfettamente ai piloti“.