Ferrari, Sainz e una situazione critica in gara: “Devo imparare a gestirla”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:00

Ferrari, Carlos Sainz analizza la prestazione al GP di Portogallo a Portimao in attesa del prossima Gara a Montmelò

Carlos Sainz Ferrari
Carlos Sainz (Getty Images)

Carlos Sainz è reduce dall’11mo posto nel GP del Portogallo, conquistando a Portimao il peggior piazzamento dal suo arrivo alla Ferrari. Sia in Bahrain che ad Imola, infatti, il pilota spagnolo aveva terminato la gara sempre a punti, chiudendo – rispettivamente – ottavo e quinto. Sulla pista lusitana, nel Gran Premio, ha accusato difficoltà evidenti.

La possibilità di riscatto arriverà già domenica, sulla pista catalana di Barcellona e Sainz ha già dimostrato di essere pronto alla rivincita. In un evento di “Estrella Galicia“, alla stampa spagnola ha analizzato Portimao e mostrato la sua voglia di riscatto.

Sono situazioni di gara – ha detto Sainz riferito alla strategia adottata a Portimao – è stata scelta quella che sembrava la più giusta in quel momento” ha rimarcato lo spagnolo mostrando anche una buona dose di autocritica. “Non ho avuto la miglior ripartenza dopo la safety car – ha ammesso – devo ancora imparare a gestire questo tipo di situazioni“. Lo zero in classifica in Portogallo, però, non lo preoccupa più di tanto. “Ci sono 23 Gran Premi, meglio sia accaduto presto, così da imparare“.

LEGGI ANCHE >>> LIVE F1 GP Portogallo, Gara in diretta: Hamilton che trionfo, Leclerc a punti, male Sainz

Sainz analizza i rivali della Ferrari

Carlos Sainz
Carlos Sainz (Getty Images)

Il pilota spagnolo ha anche parlato del suo compagno di box, Leclerc. “Sappiamo come sia molto difficile stare davanti a Charles in qualsiasi circuito; devo solo continuare a migliorare” ha sostenuto svelando come studi sempre i dati per migliorare in Qualifica.  “Non conosco bene lo stile della monoposto quindi sto facendo ore extra con i miei ingegneri di analisi dati e telemetria per estrapolare il potenziale massimo dalla Ferrari“.

Sainz ha anche analizzato gli avversari. “Hamilton con la Mercedes sta facendo particolarmente bene. Mi ha sorpreso con che facilità abbia sorpassato Verstappen e Bottas; devi essere molto veloce e realizzare qualcosa di speciale per mettere in pratica ciò che ha fatto lui. E’ ad un livello molto alto, perché la Mercedes non è più veloce della Red Bull“.

Sainz, però, ha avuto parole d’elogio anche per l’Alpine. “Sono migliorati molto e d’ora in poi ci saranno anche loro. la Renault, in molte gare con Ricciardo è stata la più veloce nella parte media del gruppo e se recuperano il livello del 2020 saranno la scuderia da battere. Alonso finito? Sono stupito – ha dichiarato – dalla velocità con cui le persone traggono le loro conclusioni, ecco perché leggo poco le classifiche basate giorno dopo giorno. Ci stiamo adattando a monoposto nuove – ha concluso – ma non facciamo trucchi di magia“.