Ken Block e Toyo Tires, avventura e adrenalina sulle strade del mondo

Prosegue la partnership di successo fra Toyo Tires e Ken Block, il pilota che ha creato le serie Gymkhana e Climbkhana con centinaia di milioni di fan

Ken Block

Ha ottenuto 19 vittorie, 17 podi e 2 medaglie agli X Games con Ford in Rally e Rallycross. Ha portato sul podio la prima vettura elettrica nel Wrx. Ma la fama di Ken Block, pilota e stuntman di Long Beach, si deve alla serie Gymkhana. Nei suoi video da centinaia di milioni di follower. Si tratta di elaborati show con manovre spericolate e adrenaliniche, in cui sfiora muri, si destreggia fra ostacoli e strapiombi.

Dal 2016 Block, che ha così creato una serie di video sul web di maggior successo non solo per il mondo dei motori, si è legato a Toyo Tires. La collaborazione è partita in occasione dell’ottavo capitolo della saga “Gymkhana”, girato a Dubai.

Sono davvero felice di avere Toyo Tires come “partner” nel mio tentativo di mandare in fumo il maggior numero possibile di pneumatici” aveva detto al momento dell’annuncio, prima di lanciarsi nelle sue evoluzioni al volante di una speciale Ford Fiesta ST-RX43 di Hoonigan Racing dotata di pneumatici Toyo Proxes R1R.

Il video su Youtube ha raggiunto oltre 36,6 milioni di visualizzazioni. Il nono capitolo, a New York, dieci milioni in più. Di grande impatto visivo, infine, “Gymkhana Ten”, in cui Block guida cinque auto diverse, sempre della Ford con cui ha concluso la collaborazione dopo undici anni all’inizio del 2021, in cinque luoghi differenti: Lulea in Svezia Guanajuato in Messico e tre location iconiche negli Stati Uniti: le strade di Los Angeles e Detroit, oltre alla mitica Route 66.

TOYO TIRES, PER I PRODOTTI DEL BRAND – CLICCA QUI 

Toyo Tires e Ken Block, il Climbkhana Due in Cina

Oltre ai più recenti capitoli della serie Gymkhana, Toyo Tires ha accompagnato anche la nascita di uno spin-off altrettanto adrenalinico, “Climbkhana”. Lo spirito è lo stesso, cambiano però le cornici: stavolta si viaggia sulle strade in salita come la Pikes Peak scalata nel 2017.

Nel 2019, sale su una versione modificata del pick up Ford F-150 del 1977, e si arrampica sulla strada più pericolosa della Cina, nel Parco Nazionale di Tianmen. Spinge al limite estremo i pneumatici Toyo Proxes R888R lungo le 99 curve di una strada da 10,9 chilometri che lascia senza fiato e non perdona.

Il simbolo delle sue imprese è la Hoonicorn V2 da 1.400 cavalli con un motore V8 alimentato a metanolo. E’ la supercar protagonista di Gymkhana Seven e del primo Climbkhana. Sempre con i pneumatici Toyo Tires a sostenere ambizioni e velocità, Block e la Hoonigan hanno organizzato anche una serie di sfide per metterla a confronto con le auto più veloci del mondo in duelli di accelerazione, le cosiddette drag race.

Nei capitoli di “Hoonicorn vs. the World”, la Hoonicorn si confronta con la McLaren Senna, la dragster Audi RS3, e perfino una particolare Caprice 71 su ruote da 28 pollici con il motore di una Corvette Z06. Un po’ come essere in un videogioco.