Mick Schumacher contro Mazepin: la dura richiesta dello zio Ralf

Ralf Schumacher interviene sulla diatriba tra il nipote Mick e Mazepin: la dura richiesta dell’ex pilota tedesco

Ralf Schumacher e Mazepin
Ralf Schumacher e Mazepin (Getty Images)

Mick Schumacher contro Mazepin. Il duello tra i due rookie della Formula 1 a Baku è stato incandescente. La manovra del russo che, in pieno rettilineo, ha provato ad ostacolare il sorpasso del compagno di scuderia cambiando traiettoria, non è andata giù al tedesco. Mick Schumacher già a caldo aveva mostrato tutta la sua rabbia: “Cosa stai facendo? Sei pazzo?” le parole del 22enne rivolte al russo.

Mazepin in questa prima stagione di Formula 1 si sta mettendo in mostra per alcune sue manovre al limite dell’azzardo, facendo arrabbiare molti dei suoi colleghi. Sull’argomento si è espresso anche Ralf Schumacher, zio di Mick, che a ‘Speedweek’ ha commentato con toni duri il comportamento di Mazepin. “Fare una cosa del genere è pericoloso in bici, figuriamoci a 300 Km/h e con 750 chili. Mazepin merita una punizione urgente“.

LEGGI ANCHE >>> F1, Mazepin non ci sta e tira in ballo Hamilton: il paragone con Lewis

Mick Schumacher contro Mazepin, interviene Ralf: “Merita una punizione”

Ralf Schumacher e Mazepin
Ralf Schumacher e Mazepin (Getty Images)

Le parole di Ralf Schumacher sono chiare e chiedono un intervento da parte dei commissari per punire Mazepin in modo da evitare certi comportamenti in pista. L’ex pilota spiega che secondo lui il russo “fuori dalla monoposto è un ragazzo educato e bravo“. I problemi sorgono però quando è in pista: “Spesso è d’intralcio per i doppiaggi, cerca poi sempre di recuperare“.

Una situazione che merita, secondo Ralf Schumacher, un approfondimento da parte della direzione di gara: “Personalmente lo trovo pericoloso e inaccettabile. Dovrebbe avere una punizione – le sue parole –. Una manovra del genere a 300 km/h non può diventare un esempio“. Continua quindi l’approccio non certo morbido di Mazepin con la Formula 1: Mick Schumacher si è aggiunto alla lista dei piloti che non hanno gradito i comportamenti in pista del russo e Ralf Schumacher chiede una punizione esemplare.