Lewis Hamilton, malessere sul podio: il pilota svela la possibile causa

Piccolo malessere per Lewis Hamilton sul podio del GP di Ungheria: è lo stesso pilota inglese a spiegare cosa gli è successo

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton (Getty Images)

Un terzo posto, poi diventato secondo per la squalifica di Vettel, insperato all’inizio del GP. Quando la sua Mercedes era l’unica sulla griglia di partenza per il secondo via della gara in Ungheria, in pochi pensavano che Hamilton potesse riuscire nell’impresa. Dubbi divenuti quasi certezze quando è rientrato ai box dopo appena un giro ed è rientrato dietro al gruppo. Ma Hamilton, complice anche una macchina cui solo la Red Bull riesce a tenergli testa, ha recuperato posizioni su posizioni, fino ad arrivare al terzo posto.

Sul podio Lewis Hamilton ha accusato un piccolo malessere nel post gara, mentre andava in scena il rituale della premiazione. Un malore passeggero che lo stesso pilota spiega successivamente, come riportato dalla ‘Gazzetta dello Sport’. “Ora sto bene – le sue parole – ma ho avuto delle vertigini forti e sul podio tutto si è annebbiato“.

LEGGI ANCHE >>> Hamilton solo sulla griglia: il video della “storica” partenza in Ungheria

Lewis Hamilton, malessere sul podio: “Ho avuto forti vertigini”

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton (Getty Images)

Il pilota della Mercedes entra nei dettagli di quanto gli è successo. Non la prima volta perché, racconta Hamilton, gli era capitato già a Silverstone “ma oggi è stato molto peggio“.

Nelle dichiarazioni, l’inglese spiega: “Durante tutto l’anno ho lottato per restare in salute dopo quanto successo alla fine del 2020 e ancora è così: è una battaglia. Non ne ho parlato con nessuno ma credo che gli effetti del Covid siano persistenti“.

Una convinzione che nasce anche dalla sensazione che prova in allenamento: “E’ diverso il livello di fatica“. Hamilton prosegue: “Mi continuo ad allenare nel miglior modo possibile: non so cosa è stato, magari un problema di disidratazione, ma non lo avevo mai provato prima“.