Vettel squalificato in Ungheria, la nuova mossa di Aston Martin: il comunicato

Aston Martin prosegue con il ricorso sulla squalifica di Sebastian Vettel nel GP d’Ungheria. Il comunicato

Sebastian Vettel Aston Martin F1
L’Aston Martin di Vettel (Foto: Getty Images)

Prosegue il procedimento di appello della Aston Martin dopo l’esclusione di Sebastian Vettel dal Gran Premio d’Ungheria. Dopo una prima analisi svolta nel post gara, negli ultimi giorni sarebbero emerse nuove prove che potrebbero rivelarsi determinanti ai fini della revoca della squalifica del tedesco. Lo rende noto la stessa scuderia inglese attraverso una nota ufficiale, in cui dichiara di aver presentato un diritto di revisione, che quindi si aggiunge al ricorso già inoltrato nella stessa giornata del GP di Budapest.

LEGGI ANCHE >>> Sebastian Vettel, l’Aston Martin presenta ricorso: le motivazioni del Team

Squalifica Vettel al GP d’Ungheria, il ricorso di Aston Martin prosegue: il comunicato

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (Foto: Getty Images)

Nel comunicato, Aston Martin sostiene che la macchina di Vettel non abbia in alcun modo “beneficiato di un vantaggio in termini di prestazioni dopo la presunta violazione del regolamento“. Dopodiché, prosegue ribadendo quanto emerso nell’analisi post gara, ossia che i dati del team indicavano che ci fosse più di 1 litro di carburante all’interno del serbatoio – 1,74 litri. Inoltre, sottolinea la scuderia britannica, è stata scoperta “una nuova prova rilevante relativa alla sanzione che non era disponibile al momento della decisione della FIA“.

In attesa di conoscere la sentenza della FIA in merito all’appello di Aston Martin, il risultato del Gran Premio ungherese è sub iudice, con Hamilton virtualmente secondo, al posto di Vettel, e Carlos Sainz in terza posizione. Ma se la nuova prova aggiunta dal team fosse convalidata dalla Federazione in fase d’esame, l’ordine d’arrivo della gara sul circuito dell’Hungaroring tornerebbe quello originario, con Sebastian che vedrebbe confermarsi il suo secondo posto ottenuto in pista, davanti al pilota Mercedes e al ferrarista.

Impostazioni privacy