Valentino Rossi incorona l’erede: “Sarebbe un’apoteosi”

Prima delle penultima gara a Misano, Valentino Rossi parla dei possibili eredi italiani in MotoGP: investitura pesante per un pilota

Bagnaia
Bagnaia (Getty Images)

Il rush finale di una carriera ultraventennale. Valentino Rossi è ormai al passo d’addio alla MotoGP. Il Dottore ha già annunciato il ritiro a fine stagione e queste per lui saranno le ultime gare. Difficile prevedere un’ultima fiammata del pilota di Tavullia in queste ultime gare: le difficoltà riscontrate nel campionato con la sua Yamaha sono evidenti e non sono sparite neanche sulla pista di casa dove Rossi partirà con il 23esimo tempo.

Non certo l’addio sperato ma il pilota non si preoccupa e volge lo sguardo anche al futuro, indicando gli italiani che potranno prendere una parte della sua eredità. Del resto la scena motociclistica italiana attuale fa ben sperare: da Bagnaia a Morbidelli passando per i rookie Marini e Bastianini, non mancano i piloti che difendono il tricolore in MotoGP.

LEGGI ANCHE >>> Valentino Rossi, una dedica speciale entusiasma i tifosi: che gioia per il pilota

Valentino Rossi incorona Bagnaia e Morbidelli: “Possono vincere nel 2022”

Bagnaia
Bagnaia (Getty Images)

Ovviamente Valentino Rossi indica il nuovo pilota della Yamaha ufficiale e Bagnaia come possibili campioni per il prossimo anno, dando al ducatista qualche possibilità anche per il campionato in corso.

Dopo aver detto che “lascio buoni propositi per l’Italia, con Morbidelli, Bagnaia, ma anche Bastianini e Marini“, si lascia andare ad un pronostico per il prossimo anno. “Credo che Morbidelli e Bagnaia possono vincere il titolo nel campionato 2022, Pecco può provarci anche quest’anno“. Riuscirci per lui sarebbe qualcosa di fantastico: il titolo della MotoGP ad un italiano che guida una moto italiana. Lo dice lo stesso Rossi: “Per lui sarebbe un’apoteosi“. Quella che forse a Valentino è mancata nei suoi due anni a Borgo Panigale. Il tempo di riprovarci non c’è, ma per gioire per il successo di un suo allievo sì.