Alfa Romeo, non solo Zhou: spunta altro possibile sostituto di Giovinazzi

In Alfa Romeo non si valuta solo Zhou: spunta un altro possibile sostituto di Antonio Giovinazzi per il 2022

Antonio Giovinazzi
Antonio Giovinazzi (Getty Images)

Il circus della Formula 1 è pronto a riprendere le ostilità con il Gran Premio di Turchia in programma nel week end ma continua a tenere banco il mercato piloti. Molti i sedili assegnati, ma c’è ancora qualche posizione da monitorare, tutt’altro che definita. E’ il caso dell’Alfa Romeo che non ha ancora confermato Giovinazzi nel ruolo di secondo pilota.

Se Valtteri Bottas, annunciato prima di Monza, sarà la prima guida al posto del connazionale Raikkonen, pronto al ritiro a fine stagione, nulla è stato deciso sul numero 99. Rumors sempre più insistenti danno il pugliese di fatto in uscita, sostituito dal cinese Zhou, protagonista in questa stagione in Formula 2 che ha chiaramente il sostegno dell’intero Paese ma ancora deve entrare in possesso della Superlicenza necessaria per la F1.

Eppure sembra che nelle ultime settimane siano emersi dei problemi proprio con il pilota asiatico sulla questione del contratto. Stando a quanto afferma il portale svizzero Blick, infatti, Guan Yu Zhou avrebbe le idee molto chiare ed avrebbe chiesto un contratto triennale all’Alfa Romeo, sulla stessa falsariga di quello sottoposto dalla scuderia a Bottas. Il motivo è chiaro; avere tempo per dimostrare il suo valore senza l’ansia di poter perdere il sedile.

LEGGI ANCHE >>> Antonio Giovinazzi, Vasseur si esprime sul futuro: “Deve cogliere l’occasione”

Alfa Romeo, Giovinazzi in bilico: l’idea di Vasseur

Frederic Vasseur Alfa Romeo
Frederic Vasseur (Getty Images)

Una situazione, questa, che non sembra sia gradita particolarmente al Team principal Frederic Vasseur. Il motivo sarebbe semplice; il manager non vorrebbe chiudere la possibilità, nelle prossime stagioni, di poter ingaggiare Theo Pourchaire. Il giovane talento è quinto nella classifica del mondiale di F2 al debutto e sarebbe un pallino dell’ingegnere.

Ecco da qui nascere l’alternativa proprio a Zhou; si tratta di Oscar Piastri, talento classe 2001 e facente parte dell’Academy Alpine. Il pilota australiano è al momento leader della classifica di F2 e potrebbe sbarcare nella categoria massima in Alfa Romeo in virtù degli ottimi rapporti tra Vasseur e la scuderia francese.