Bottas “minaccia” Verstappen e Hamilton: la battuta sulla lotta per il Mondiale

Grande soddisfazione per Bottas dopo il GP di Turchia di F1. Al pilota Mercedes la vittoria mancava da Russia 20202 e dunque è felice.

Valtteri Bottas
Valtteri Bottas, pilota del team Mercedes F1 (Getty Images)

Non vinceva da un anno e sicuramente Valtteri Bottas si è tolto della ruggine in Turchia. Gara perfetta la sua a Istanbul.

Il pilota finlandese, spesso criticato, ha messo in pista una grande prestazione e ha meritato il successo. La sua vittoria ha anche permesso a Lewis Hamilton di perdere alcuni punti in classifica rispetto a Max Verstappen, arrivato secondo e adesso davanti di 6 lunghezze. Il distacco avrebbe potuto essere maggiore senza la grande prova del futuro driver dell’Alfa Romeo.

LEGGI ANCHE -> F1, tensione Mercedes – Red Bull: il nuovo botta e risposta tra i team

Formula 1, le parole di Bottas dopo il GP di Turchia

Valtteri Bottas
Valtteri Bottas sul gradino più alto del podio in Turchia (Getty Images)

Bottas dopo il GP di Turchia di F1 ha parlato ai microfoni di Motorsport.tr ha voluto parlare anche del Mondiale: «In teoria, ho ancora delle possibilità di poter conquistare il titolo. Ma non posso essere io il campione, allora che lo diventi Lewis. A Istanbul ho fatto una delle mie gare migliori. La macchina andava bene in tutte le condizioni ed ero molto fiducioso. Sono felice che sia andato tutto bene, almeno per una volta».

Valtteri in classifica è a quota 177, è distante 85,5 punti dal leader Verstappen. Matematicamente è vero che il titolo sarebbe ancora possibile, però lui stesso sa che l’obiettivo non è realisticamente raggiungibile. Comunque il suo obiettivo sarà quello di chiudere al meglio l’esperienza in Mercedes, aiutando il team nel Mondiale costruttori e Hamilton in quello piloti. Poi volterà pagina, concentrandosi sulla nuova avventura con la scuderia Alfa Romeo.