Porsche 962C contro una barriera, il video dell’impatto è tremendo

Una Porsche 962C finisce contro una barriera: l’impatto è tremendo, il video dell’incidente in pista pazzesco

Porsche 962C
Porsche 962C (Getty Images)

Una Porsche 962C completamente distrutta ed inutilizzabile. E’ il risultato di una sessione di pista sul circuito belga di Spa-Francorchamps, uno dei tempi sacri per chi ama correre e regalarsi emozioni ad alte velocità.

Possono, però, accadere incidenti, magari osando oltre il consentito. E’ quanto capitato al proprietario della Porsche che in pista con un esemplare davvero unico e da collezione, ha perso il controllo del mezzo finendo contro le barriere. Fortunatamente è uscito illeso dal veicolo ma la vettura ha pagato le conseguenze più grandi.

La parte anteriore è infatti andata completamente distrutta ed anche una portiera – quella anteriore destra – è stata divelta dall’urto con le barriere; i sono danni davvero ingenti, considerato come la vettura abbia un valore di oltre un milione di euro.

Già, ma come è potuto accadere? L’impatto si è verificato vicino alla linea del traguardo; pista umida ed un colpo di acceleratore di troppo hanno fatto perdere grip alla vettura, con il pilota che ha perso il controllo del posteriore finendo, appunto, contro le barriere.

LEGGI ANCHE >>> Nascar, carambola su un cordolo e incidente pauroso: il video dell’impatto

Porsche 962C, auto da 850 cavalli di potenza


I soccorsi, dopo l’impatto, si sono attivati subito e la vettura – quel che restava – è stata caricata su un carro attrezzi. Gli addetti della pista hanno poi pulito l’asfalto dai detriti e dai liquidi fuoriusciti dopo l’incidente. Trasportata fuori il circuito, l’auto è stata poi caricata in un container, insieme ai pezzi danneggiati e staccatisi dall’abitacolo, come le ruote anteriori, la portiera destra e tutta la parte anteriore.

La Porsche 962C, un prototipo degli anni ’80, ha un motore 3.0 litri biturbo da 6 cilindri per 850 cavalli di potenza che rendono l’auto davvero potente e velocissima.