Un Van Mitsubishi diventa un veicolo militare: il materiale è insolito – Video

Uno youtuber ha trasformato un vecchio Van Mitsubishi in un “possente” veicolo militare. Il materiale utilizzato è insolito, il video.

Mitsubishi
Volante di un Van Mitsubishi (Foto: Getty Images)

Progetto davvero bizzarro quello realizzato da uno youtuber, che ha deciso di dare nuova vita ad un vecchio furgone preso da una discarica. Come? “Distruggendolo” e mantenendo soltanto il pianale, per poi montarci sopra una nuova carrozzeria, costruita a mano utilizzando un materiale piuttosto insolito, il legno. Il risultato finale è quindi un possente veicolo militare, per la gioia di suo figlio che avrà un bel “giocattolo” con cui divertirsi.

LEGGI ANCHE >>> Una Fiat Seicento “sfida” un Carro Armato: il bizzarro video dell’esperimento

Vecchio Furgone Mitsubishi diventa Carro Armato: il video del progetto

L’ispirazione per questo particolare progetto nasce da una partita su un videogioco sparatutto al pc. Dopodiché, è il momento della scelta del veicolo da trasformare, ricaduta su un vecchio van Mitsubishi, che viene trasportato all’interno del garage dell’autore per essere completamente smontato.

Via tutto, portiere, carrozzeria, interni, a parte, come anticipato, il pianale, inclusi gli assi e le ruote, su cui sorgerà il nuovo mezzo. Per realizzarlo, lo youtuber, facendosi aiutare da alcuni amici, vi montano sopra un nuovo telaio, saldato finemente dagli stessi autori del progetto.

Poi arriva il montaggio di altre 4 ruote, per un totale di 8, interamente realizzate in legno con il tornio, e della livrea, sempre in legno, lasciando uno spazio circolare per il posto del conducente, situato al centro. Perciò, non resta che guardare il video, offerto dal canale Youtube ND – Woodworking Art, per scoprire di cosa si tratta.

Ebbene sì, si tratta di un carro armato, o meglio, di una replica dell’EBR 106 Panhard dello stesso videogame a cui giocava lo youtuber all’inizio della clip. Infatti, dopo aver sistemato ogni dettaglio della carrozzeria, viene montato l’abitacolo da cui avere il controllo del veicolo, con tanto di cannone, che, fortunatamente, non spara. Finito il tutto, è tempo di mettersi in marcia per il figlio dell’autore del progetto, verso una nuova avventura.