Anomalya, la nuova supercar italiana: la velocità massima è notevole – Foto

In occasione del Festival di Sanremo 2022 verrà presentata la supercar 100% italiana Anomalya, realizzata nei pressi di Lucca.

Anomalya 10-01-2022
Anomalya (media press)

Verrà presentata in occasione del Festival di Sanremo la nuova supercar italiana fabbricata a Capannori, nel cuore della Toscana, grazie alla lunga esperienza di Sly Garage. Prende il nome suggestivo di Anomalya e sarà presentata in grande stile presso il Grand Hotel Des Anglais nella città ligure del Festival. Sarà sicuramente uno dei momenti più effervescenti nella settimana dedicata alla canzone italiana, a sugello di un connubio italiano che è destinato a fare storia.

Leggi anche – Alfa Romeo Tonale, il primo teaser ufficiale del Suv – Video

I primi dettagli di Anomalya

Anomalya 10-01-2022
Anomalya (media press)

Sarà una supercar 100% made in Italy, verrà esposta all’ingresso della famosa struttura ricettiva, la produzione sarà avviata nei pressi di Lucca con la partnership di Sly Garage Factory, che lavora quotidianamente con nomi importanti come Ferrari, Porsche, Bentley. Anomalya ha un peso di 1.080 chili, ma per adesso le caratteristiche tecniche non sono state approfondite. In base a quanto annunciato dall’azienda toscana potrà raggiungere una velocità massima di 270 km/h, quindi è ipotizzabile un motore V8, e sarà in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 4,4 secondi. L’obiettivo è sintetizzare al meglio in questo modello il top della tecnologia elettronica e meccanica, per assicurare ai suoi clienti un piacere di guida inedito.

Per certi versi si vuole riportare i clienti alle sensazioni di guida degli anni Novanta con l’aggiunta delle ultime tecnologie in termini di componenti, tecnologie e materiali. Come si legge nel comunicato stampa “Anomalya è come la donna sbagliata di cui ti innamori, consapevole che non sia la donna giusta, ma pur consapevole che non potrai farne più a meno“. Una sorta di “giocattolo per adulti” capace di divertire e far sentire unici chi la guida, la trasformazione di un sogno in realtà. E allora non resta che attendere i primi giorni di febbraio per poterla ammirare in tutto il suo fascino.