Marquez, un grande pericolo scampato: l’ammissione del pilota

Marquez confessa di aver vissuto momenti molto difficili dopo l’ultimo infortunio e ha avuto anche il timore di non tornare in MotoGP.

Marc Marquez
Marc Marquez (foto Getty Images)

Le ultime notizie arrivate su Marc Marquez autorizzano all’ottimismo per il suo futuro. Il processo di recupero dai problemi di diplopia procede positivamente, anche se non è qualcosa di rapido.

La visita oculistica svolta lo scorso lunedì ha avuto l’esito sperato e il pilota ha potuto tornare ad allenarsi in motocross. Un primo step importante il fatto di aver ricevuto l’ok per risalire in sella. Con Honda sta discutendo per effettuare un test con moto stradale su un circuito del calendario MotoGP, così da verificare meglio le sue condizioni. La sua partecipazione al test ufficiale di Sepang (5-6 febbraio) è ancora a rischio.

MotoGP, Marc Marquez ammette: la carriera era in pericolo

Marc Marquez
Marc Marquez (foto Getty Images)

Marquez è intervenuto all’evento Honda per la presentazione della stagione motorsport 2022 e ha confermato i miglioramenti della sua vista. Al tempo stesso, ha ammesso che ha vissuto momenti complicati e tuttora ha delle incertezze sul futuro: «Non sapevo cosa sarebbe successo, un mese fa ho iniziato a sentirmi meglio. È un processo lento, lo sapevamo dall’inizio. Mentalmente uno dei momenti più difficili della mia vita, però sono sulla strada corretta».

LEGGI ANCHE -> MotoGP, Dovizioso e il mancato rinnovo in Ducati: “Non hanno trovato il tempo”

L’otto volte campione del mondo deve procedere step by step, non può forzare i tempi. La vista è qualcosa di molto delicato e serve prudenza. Marc ha confessato di aver temuto per la sua carriera: «Quando c’è stato l’infortunio nessuno sapeva cosa sarebbe successo. Neanche i dottori. C’erano tante possibilità, compresa quella di non salire più in moto. Dopo una settimana è andata meglio e ho ripreso ottimismo».

Il fenomeno di Cervera cerca di mantenere il morale e le motivazioni ad alto livello, pur consapevole che il cammino da percorrere potrebbe presentargli ancora qualche ostacolo: «Bisognerà vedere come reagirà il mio fisico in sella a una MotoGP su una pista MotoGP. La terapia conservativa sta funzionando, però vedremo».

Nei piani della Honda c’è un test da svolgere con la CBR1000RR-R Fireblade o la RC213V-S. Non è ancora stata decisa una data, ma ovviamente ciò avverrà prima dei preparativi per volare in Malesia per il test ufficiale MotoGP. Presto ci saranno novità in merito, intanto è importante che Marquez abbia fatto netti progressi con la vista.