Ezpeleta e la MotoGP senza Valentino Rossi: “Non è un problema”

Carmelo Ezpeleta parla della prossima stagione MotoGP, dell’emergenza Covid-19 che persiste e di un campionato senza Valentino Rossi.

Il Motomondiale perde un pezzo da novanta del calibro di Valentino Rossi, ma Dorna si dice certa che lo show della MotoGP proseguirà senza tentennamenti. Negli ultimi anni ha saputo mettere in piedi uno spettacolo degno di nota che in diversi ambiti ha saputo fare da modello per altre categorie del motorsport e non solo. Nonostante l’esplosione della pandemia Covid-19 Carmelo Ezpeleta ha allestito una bolla sanitaria intorno al paddock che gli ha permesso di portare avanti il campionato senza troppi problemi, seppur con un calendario ristretto.

Valentino Rossi 21-01-2022 (1)
Valentino Rossi e Carmelo Ezpeleta (Getty Images)

Da questo punto di vista non dovrebbero esserci novità per il 2022, se non in positivo. Perché a distanza di oltre due anni la carovana della Top Class sbarcherà in Malesia per il primo test IRTA. “Per il momento resta tutto confermato. Bisognerà fare il test PCR prima di entrare nel paddock, ci sarà il sistema di bolla con l’albergo e il circuito – spiega il CEO della Dorna a Tuttomotoriweb -. Non posso dire al 100%, ma al 90% possiamo farlo in sicurezza“.

La MotoGP senza Valentino Rossi

Carmelo Ezpeleta 13-01-2022
Carmelo Ezpeleta (Getty Images)

Dopo 26 anni di carriera Valentino Rossi non sarà più ai nastri di partenza, il paddock perde il suo personaggio più carismatico, capace di attirare i media come nessuno ha mai fatto nella storia del motociclismo. Per Ezpeleta non sarà un grosso problema: è già successo con Doohan e Roberts. “Valentino Rossi è stato molto importante nella storia del motociclismo, quello che ha fatto resterà per sempre. Però noi andiamo avanti, non possiamo fare nulla e non ci preoccupiamo… L’unica cosa che posso dire per Valentino è ringraziarlo per quello che ha fatto“.

LEGGI ANCHE ->  Marc Marquez e l’errore Honda: per l’ex team principal è stata una scelta sbagliata

Ha fatto storia la stagione 2015, quando il campione di Tavullia ha perso il decimo titolo mondiale nell’ultimo Gran Premio a Valencia. Un evento di cui Ezpeleta preferisce glissare: “Fa parte della storia, ne abbiamo già parlato. Tutti i protagonisti sanno cosa è accaduto e anche io. Non cambio la mia opinione adesso che Valentino si è ritirato“. Ma chi sarà il suo vero erede? “Non so se ci sarà un nuovo Valentino Rossi, non è una nostra preoccupazione. Noi dobbiamo fare un campionato competitivo, non creare delle star“.