F1, Webber sceglie il suo outsider per il Mondiale: “Potrebbe farsi pericoloso”

Il mondiale di F1 partirà tra poco più di un mese e l’ex pilota Mark Webber ha indicato il suo outsider per il titolo

Poco più di un mese ed il nuovo mondiale di Formula 1 sarà realtà. Le ostilità ripartiranno dal Bahrain il prossimo 20 marzo, sul circuito di Sakhir. Si partirà alla pari o quasi, considerato il cambio di regolamento che, giocoforza, ha modificato pesantemente anche le monoposto.

Mark Webber
Mark Webber (Ansa Foto)

Grande incertezza, quindi, a mettere un po’ più di sale al prossimo campionato, che dovrebbe ripartire sulla falsariga della sfida tra Lewis Hamilton e Max Verstappen, conclusasi nella bufera lo scorso dicembre ad Abu Dhabi, sul circuito di Yas Marina.

E proprio il sette volte Campione del mondo di Formula 1, a caccia dell’ottavo titolo per entrare definitivamente nella leggenda di questo sport – ma già lo è – avrà al suo fianco un nuovo compagno. non più Valtteri Bottas, passato in Alfa Romeo, ma un leone giovane e rampante, George Russell appena arrivato dalla Williams e che ha già dimostrato di poter far bene a bordo di una Mercedes ufficiale.

Mark Webber, ex pilota australiano ed uno dei decani della F1, intervistato da “Formel Austria“, vede Russell “pronto per la Mercedes, anche se sarà impegnativo estremamente confrontarsi con Lewis Hamilton“.

Ogni singolo week end di gara dovrà puntare sempre alla prima fila ed a chiudere nei primi posti, le aspettative saranno maggiori” ha sottolineato sostenendo come si tratti di una “esperienza completamente diversa“.

F1, l’elogio di Webber a Fernando Alonso

Fernando Alonso
Fernando Alonso (Ansa foto)

Mark Webber ha anche voluto elogiare Hamilton, considerato di una “categoria a parte perché al top fin dai primi Gran Premi disputati“, una situazione ad appannaggio “solo dei piloti molto speciali“.

L’australiano ha però analizzato il Mondiale del 2022 a tutto tondo, compreso anche i possibili outsider. I regolamenti nuovi daranno una chance anche anche ai Team come Alpine, Aston Martin ed AlphaTauri, non di prima fascia quindi.

LEGGI ANCHEMick Schumacher, l’ambizione del pilota: “Lo preferirei”

E tra questi, Webber ha anche individuato un pilota in grado di poter sparigliare le carte. E’ Alonso, considerato “un po’ un mago. Durante la gara è l’ultimo pilota che vorresti avere dietro o davanti perché è bravo con metodi non convenzionali a metterti pressione“.

LEGGI ANCHECarlos Sainz, Binotto ne esalta una qualità: “E’ fantastico”

Un vero e proprio elogio quello di Webber che ha spiegato come “se la Alpine dovesse essere un razzo, potrebbe risultare pericoloso“. Occhio all’asturiano, quindi, in vista del prossimo Mondiale, considerato come già nella scorsa stagione, quella del ritorno nel circus dopo due anni di assenza, abbia mostrato le sue qualità. Epico, in tal senso, il duello con Hamilton a Budapest, in Ungheria.

Impostazioni privacy