Vettel, l’Aston Martin si espone: “Sarebbe folle non farlo”

Il futuro di Vettel con l’Aston Martin è in bilico: parla il team principal Krack.

A Imola l’Aston Martin ha conquistato i primi punti di questo campionato 2022 di Formula 1 e ciò dà sicuramente morale al team. Però è importante confermarsi in top 10 con una certa continuità. Ci riuscirà? Difficile da dire.

Seb Vettel
Sebastian Vettel (Foto LaPresse)

Certamente Sebastian Vettel e Lance Stroll hanno bisogno di qualche aggiornamento alla monoposto per essere più competitivi. Il Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna non illude la scuderia di Silverstone, consapevole di dover migliorare parecchio per i prossimi appuntamento del calendario.

Sarà interessante vedere che evoluzione avrà il team, che nel pre-campionato aveva grandi aspettative e poi nelle primissime gare ha deluso. Il patron Lawrence Stroll ha sicuramente strigliato un po’ gli uomini della squadra per spingerli a dare il loro meglio per il futuro.

F1, Vettel ha ancora un futuro con Aston Martin? Parla Krack

Vettel ha un contratto che scade a fine 2022 e se i risultati non dovessero piacergli potrebbe decidere di lasciare sia la Aston Martin che la Formula 1. Non gli interessa essere in griglia solamente per partecipare, vuole lottare per dei piazzamenti importanti. È fondamentale che la scuderia compia progressi importanti nel corso della stagione per convincerlo a rimanere.

Il team principal Mike Krack in un’intervista ripresa da RacingNews365 si è così espresso sulla situazione del tedesco: “Se hai un pilota come lui, che puoi mantenere motivato dandogli una macchina adatta alle sue qualità di guida, sarebbe folle non provare di trattenerlo. Ma capisco i suoi commenti, vuole vedere progressi, non vuole lottare per la diciottesima o sedicesima posizione. Tocca a noi fornirgli gli strumenti giusti”.

Krack ribadisce che vorrebbe tenere Vettel nella squadra, ma al tempo stesso sa che per farlo è necessario portare la monoposto a un livello molto superiore all’attuale. È l’unico modo per convincere il quattro volte campione del mondo di F1 a proseguire la sua avventura in Aston Martin.

Seb ha ancora voglia di correre e si sente competitivo, però gli serve una vettura adeguata per fare risultati e avere gli stimoli giusti. Vedremo se la scuderia di Silverstone riuscirà a fare quanto necessario per migliorare e rinnovargli il contratto.