Una Ferrari d’epoca abbandonata in un fienile: il motivo è insensato

Una Ferrari abbandonata per oltre sei anni: l’incredibile lavoro necessario per rimettere a nuovo la supercar di Maranello

Di auto abbandonate sono piene le nostre città. Non sorprende trovare carcasse di macchine lasciate lì dai proprietari e ferme per lunghi anni. Quel che sorprende è quando l’abbandono non riguarda semplici utilitarie ma delle vere e proprie supercar.

Ferrari epoca
Ferrari d’epoca (Ansa Foto)

Negli ultimi tempi di notizie di bolidi abbandonati ce ne sono diverse: Lamborghini, Porsche, BMW, Mercedes, si può scovare una notizia di abbandono per ogni marchio. La Ferrari non fa eccezione e anche qualche modello del Cavallino Rampante è stato lasciato alle intemperie, completamente dimenticato o peggio ancora abbandonato da proprietari poco legati, evidentemente, alle supercar di Maranello. L’ultima notizia del genere la riporta con un video su Youtube Larry Kosilla che ha ritrovato una Ferrari 328 GTS abbandonata e inutilizzata da sei anni.

Ferrari 328 GTS abbandonata: un giorno per pulirla

Ferrari
(Ansa Foto)

La Ferrari 328 era stata parcheggiata in un fienile e coperta con un telo. Lì era rimasta, inutilizzata, per ben sei anni. Il motivo dell’abbandono ha dell’incredibile: il proprietario, infatti, l’ha lasciata lì dopo che sono comparsi i primi segni del tempo sulla carrozzeria e perché non si trovava a proprio agio a guidarla.

I sei anni di abbandono sono ovviamente tutti evidenti nelle condizioni della Ferrari al momento del ritrovamento da parte di Kosilla. L’auto presentava la carrozzeria esterna completa, ma ricoperta da uno spesso strato di polvere e sporcizia. Messo peggio l’interno con l’abitacolo parzialmente smontato ed anche ricoperto di muffa.

Per rimettere a nuovo questa Ferrari, almeno dal punto di vista estetico, è servito un lavoro di un’intera giornata. La squadra chiamata all’opera da Kosilla si è dedicata prima agli esterni con un lavoro certosino di lavaggio che ha riportato alla luce il rosso brillante della carrozzeria. E’ stata poi la volta della parte inferiore della vettura e quindi dei cerchi delle ruote, prima del lavoro più complicato: gli interni.

Per pulire l’abitacolo, infatti, si è dovuto presentare attenzione alle varie parti smontante e ai fili presenti. Inoltre si è dovuto procedere con cautela anche a causa della muffa presente. Alla fine però dopo un lavoro durato un’intera giornata, la Ferrari 328 GTS è tornata quasi come nuova. E chissà se potrà ora tornare anche a ruggire su strada.