Leclerc, il collega svela un retroscena: “Avrei potuto farlo”

Un pilota di Formula 1 ha raccontato un interessante retroscena che riguarda lui e Leclerc: risale a quando correvano con i kart.

La gara di Formula 1 a Montreal non è andata come Charles Leclerc si aspettava, partendo dall’ultima fila un quinto posto non è un pessimo risultato. Senza errore al pit-stop forse poteva arrivare almeno quarto, però ormai è andata così.

Charles Leclerc
Charles Leclerc (Ansa Foto)

Il pilota della Ferrari al traguardo ha preceduto Esteban Ocon, che con l’Alpine ha ottenuto un buon piazzamento. Per il francese era importante chiudere davanti al compagno di squadra Fernando Alonso, che nelle precedenti due gare lo aveva preceduto.

Leclerc e Ocon si conoscono bene fin dai tempi delle corse coi kart. Anche loro sono cresciuti gareggiando nei kartodromi e poi sono passati alle macchine vere. Anche se si trattava di sfide tra ragazzini, comunque le battaglie erano spesso infuocate. Tutti vogliono vincere, fin da piccoli.

F1, Ocon racconta un retroscena su Leclerc

Proprio Ocon ha raccontato a Formule1.nl una vicenda che ha riguardato lui e Leclerc ai tempi delle gare con i kart: “La prima volta che ci siamo affrontati non è stata positiva. Charles era in testa quando siamo arrivati all’ultima curva e io cercato di superarlo, ma lui ha chiuso la porta e ci siamo schiantanti. Hubert, che era dietro di noi, ha così vinto il titolo. Avrei potuto uccidere Charles”.

Charles Leclerc
Charles Leclerc (Ansa Foto)

Il driver francese ricorda un aneddoto di una loro gara finita molto male, ma per fortuna in F1 finora non sono mai capitati scontri del genere tra loro. Certamente gli piacerebbe tornare a sfidare Leclerc per una vittoria, però in questo momento l’Alpine non gli consente di lottare per le prime posizioni.

La scuderia anglo-francese ha un progetto che punta a vincere in Formula 1 nei prossimi anni, ma bisogna procedere per step. Intanto per questa stagione sarebbe importante conquistare il quarto posto nella classifica costruttori e ridurre per fine stagione il gap prestazionale rispetto ai top team.

Leclerc, invece, sogna di vincere il titolo mondiale e adesso si trova a 49 punti da Max Verstappen. La sua non è una missione impossibile, però è comunque complicata. Per lui sarà importante riuscire a recuperare punti già dal prossimo gran premio a Silverstone, dove la Red Bull porterà degli aggiornamenti per essere ancora più forte.