Formula 1, possibile addio per un pilota: lo ha confermato lui stesso

Un pilota di Formula 1 potrebbe non essere più in griglia nel 2023: lui stesso ammette lo scenario.

Le line-up delle scuderie di F1 sono per la maggior parte fatte per la prossima stagione. Rimangono poche caselle da completare in vista del 2023.

Gran Premio Formula 1
Gran Premio di Formula 1 (Ansa Foto)

Certamente c’è grande interesse di vedere se Fernando Alonso e Sebastian Vettel, due piloti che sono stati campioni del mondo, ci saranno ancora al volante di Alpine e Aston Martin rispettivamente. E non manca neppure la curiosità di capire se Mick Schumacher avrà un’altra chance in Haas oppure con altro team (Aston Martin se Vettel si ritira?).

In AlphaTauri dovranno decidere se confermare Yuki Tsunoda come compagno di Pierre Gasly. Il giapponese è un po’ troppo altalenante nel rendimento e deve cercare di essere più costante per guadagnarsi il rinnovo.

F1, cosa succederà in Williams? Un pilota può cambiare

In Williams ci sono entrambi i piloti in scadenza di contratto a fine 2022, ma se Alexander Albon ha buone chance di rinnovare invece Nicholas Latifi si trova in una situazione completamente opposta. Anche se nel recente weekend di gara a Silverstone ha sorpreso arrivando in Q3 nelle Qualifiche, il canadese sta faticando a mettersi in luce.

Nicholas Latifi
Nicholas Latifi (Ansa Foto)

Il fatto di guidare la monoposto meno competitiva della Formula 1 non aiuta, però Latifi non sta facendo molto per ottenere il posto in griglia anche nel 2023. Darà il massimo per restare, però ci sono elevate chance che il suo sedile diventi di Oscar Piastri. Il giovane talento australiano fa parte dell’academy dell’Alpine e meriterebbe un’occasione, dopo aver vinto il titolo in Formula 2 lo scorso anno.

Latifi durante l’ultimo fine settimana in Inghilterra ha ammesso che potrebbe non esserci nel 2023: “Le mie performance di quest’anno potrebbero non bastare per mantenere il mio posto. Voci e critiche fanno parte del gioco, ma se credete a tutto ciò che viene detto la mia stagione avrebbe dovuto terminare già dopo Montreal”.

Il driver canadese ricorda i rumors che effettivamente lo davano in uscita dalla Williams già dopo il gran premio a Montreal, quando c’era la sensazione che Piastri lo potesse rimpiazzare da Silverstone. Latifi ha ammesso che presto parlerà con il team principal Jost Capito: “Presto avrò un colloquio con lui, ci sono ancora possibilità di una conferma in Williams. È tutto aperto”.

Difficile scommettere sulla permanenza del pilota nella scuderia di Grove, che cerca qualcuno in grado di dare maggiori garanzie. Il 27enne di Montreal dovrebbe fare una seconda parte di campionato strabiliante per evitare il divorzio.