MV Agusta E-Enduro e E-Gravel: le E-Bike sono ispirate ad una Moto iconica

MV Agusta torna sul mercato delle E-Bike con due novità: la E-Enduro e la E-Gravel del Lucky Explorer Project.

Era il 26 dicembre 1978 quando prese il via la prima storica edizione della Parigi-Dakar, in quella che di lì a poco sarebbe diventata una delle competizioni rally più iconiche di sempre. Del resto, anche le Moto partecipanti sarebbero entrate nella leggenda, esattamente come la Cagiva Elefant.

MV Agusta E-Enduro E-Gravel
(MV Agusta media press)

Oggi il marchio varesino è di proprietà della MV Agusta, che quindi ha deciso di celebrare la stessa Elefant con il Lucky Explorer Project e le due nuove E-Bike E-Enduro e E-Gravel.

Svelate in occasione dell’Eurobike di Francoforte, entrambe ripropongono caratteristiche estetiche e colorazioni simili alla Cagiva e presentano componenti all’avanguardia che ne garantiscono le performance, ciascuna nei rispettivi ambiti enduro e strada.

MV Agusta Lucky Explorer E-Enduro e E-Gravel: le caratteristiche delle nuove E-Bike

MV Agusta E-Enduro
(MV Agusta media press)

La Lucky Explorer E-Enduro monta un telaio in carbonio, un doppio ammortizzatore Fox ed è spinta da un motore centrale Bosch Performance Line CX, che assicura una coppia massima di 85 Nm. La batteria, sempre firmata Bosch, è disponibile in due varianti: da 625 Wh e 750 Wh. Cambio a 36 rapporti e sospensioni Fox completano l’equipaggiamento di questa bici a pedalata assistita.

La Lucky Explorer E-Gravel, invece, è l’E-Bike da strada anch’essa con telaio in carbonio e motore Mahle X20, a cui si aggiunge una batteria da 350 Wh che garantisce un’autonomia di 140 km. Inoltre, propone freni e cambio a 13 rapporti firmati Campagnolo, mentre le ruote sono Pirelli Cinturato scelte su misura per il modello di bicicletta. Grazie ad una serie di accorgimenti specifici, il peso è di soli 13,4 kg.

MV Agusta, però, non ne ha ancora specificato data di uscita nei negozi e prezzi.

MV Agusta E-Gravel
(MV Agusta media press)

Come andò la Cagiva Elefant alla Parigi-Dakar

La Cagiva Elefant esordì alla Parigi-Dakar nel 1985, ma nonostante ci fosse un campione come Hubert Auriol alla guida, l’anno di debutto si rivelò deludente. Stessa sorte anche nelle stagioni seguenti tra guasti e ritiri, fino a quando, nel 1990, con Edi Orioli diventato caposquadra, conquistò la sua prima vittoria, che ben presto si convertì in un grandissimo successo commerciale, con vendite da capogiro. E fu così che la Elefant divenne un’autentica icona, celebrata ancora oggi come dimostra il lancio delle due nuove E-Bike con livrea dedicata MV Agusta.