Prezzo Benzina, la svolta tanto attesa è arrivata: finalmente è successo

Prezzo Benzina, arriva finalmente una buona notizia: i consumatori speravano che accadesse proprio in questo periodo

Il prezzo della benzina continua a preoccupare i consumatori italiani. Negli ultimi mesi si è assistito ad un aumento costante, con i valori medi che hanno superato a più riprese i due euro al litro.

Benzina
Benzina © Ansa

Una situazione che nelle ultime settimane è iniziata a cambiare con la tendenza invertita e i prezzi che sono iniziati a calare. Ora per gli automobilistici italiani arriva una notizia molto attesa e accade proprio nel periodo dell’anno in cui i consumatori speravano succedesse: quello delle vacanze estive.

Il prezzo medio nazionale della benzina abbandona la soglia critica dei due euro e lo fa sia per quel che riguarda la modalità self che per quella servito. Nel dettaglio per il self, il prezzo medio nazionale della benzina passa da 1,861 al litro (rivelazione di venerdì) a 1,833 euro con prezzo no logo che si attesta a 1,829. Il prezzo medio per il diesel, sempre self, invece, scende a 1,815 euro al litro, in calo rispetto all’1,841 di venerdì.

Prezzi benzina, il servito scende sotto i due euro

Prezzi benzina
Prezzi benzina © Ansa

Buone notizie anche per i prezzi benzina nella modalità servito. In questo caso il prezzo medio abbandona la soglia critica dei due euro e cala dai 1,010 di venerdì a 1,977. I prezzi delle varie compagnie oscillano tra 1,912 e 2,028 euro al litro, con il prezzo no logo che si attesta su 1,881 euro.

Sotto i due euro anche la media per il diesel in modalità servito: in questo caso siamo a 1,960 rispetto a 1,991 di venerdì. Guardando i prezzi delle varie compagnie, oscillano tra 1,896 e 2,013 euro al litro con i no logo che sono a 1,864. Questi prezzi sono frutto dell’elaborazione fatta da Quotidiano Energia dei dati comunicati dai gestori all’Osservaprezzi del ministero dello Sviluppo economico, con aggiornamento alle 8 di domenica 7 agosto. La discesa dei prezzi può essere spiegata con le quotazioni in discesa dei prodotti petroliferi e il taglio dei prezzi raccomandati dalle varie compagnie. Da Eni a Tamoil e Q8, i tagli ai prezzi dei carburanti delle principali compagnie oscillano tra i 2 e i 3 centesimi.