Toto Wolff mette in guardia Red Bull e Ferrari: la Mercedes può farlo

Toto Wolff non ha alcun tipo di dubbio e mette in guardia sia la Red Bull che la Ferrari: la Mercedes può già farlo

Dopo undici anni di trionfi, la Mercedes si trova per la prima volta a secco di vittorie. Una novità per una scuderia che ha dominato le ultime stagioni, una novità anche per Lewis Hamilton che nella sua carriera non ha mai terminato un anno senza vincere almeno un GP.

Toto Wolf
Toto Wolff (Ansa Foto)

Spera di non farlo in questa stagione ed ha nove gare per riuscirci, sfruttando magari i miglioramenti messi in mostra dalla W13 nelle ultime gare. La Mercedes ha ridotto il gap da Red Bull e Ferrari rispetto all’inizio del campionato, ma resta un divario importante tanto è vero che mai Hamilton e Russell sono riusciti ad essere concretamente in lotta per un successo in gara.

Ovviamente ciò si riflette anche nella situazione nella classifica piloti e costruttori: in entrambi i casi la Mercedes è tagliata fuori e deve pensare già al prossimo anno. Proprio questo potrebbe rappresentare un vantaggio importante per la scuderia tedesca: rispetto ai due team in qualche modo ancora in lotta per i titoli (con la Red Bull già molto avanti), a Brackley possono spingere un po’ di più in vista delle novità del prossimo anno. In particolare, ci sarà un nuovo regolamento riguardante la distanza da terra del fondo che potrebbe avere effetto sulle prestazioni della monoposto. In questa direzione vanno le dichiarazioni di Toto Wolff che mette in guardia Ferrari e Red Bull.

Toto Wolff, messaggio ai rivali: “Possiamo provare delle cose”

Wolff
Wolff © LaPresse

Toto Wolff ha parlato ai microfoni di ‘Sky Sports Uk’ della situazione vissuta attualmente dalla Mercedes. Una situazione che vede Hamilton e Russell tagliati fuori dalla lotta per il campionato: “Dobbiamo restare utili e pensare gara dopo gara. Quest’anno è impossibile rientrare nella corsa per la conquista dei titoli“.

Una resa che in realtà diventa un guanto di sfida per le rivali: “Per tanti anni abbiamo discusso di ciò che sarebbe successo se avessimo perso: ora è successo. Non vincere è molto frustrante – ha affermato –, ma siamo nella situazione in cui possiamo provare delle cose“. Insomma, la Mercedes si proietta già avanti per tornare lì dove è sempre stata: davanti a tutti.