Toto Wolff lo conferma di nuovo: “Ne abbiamo bisogno”

Il Team Principal della Mercedes Toto Wolff analizza di nuovo un problema: le sue parole non lasciano spazi a dubbi

Un Gran Premio del Belgio di certo non positivo per la Mercedes; se Russell, infatti, è arrivato al traguardo in quarta posizione, decisamente peggio è andata a Lewis Hamilton, addirittura ritirato al primo giro dopo l’incidente con Fernando Alonso.

Toto Wolff
Toto Wolff, Team Principal Mercedes (LaPresse)

La monoposto tedesca è arrivata davvero vicina, nel finale di gara, alla Ferrari di Sainz, sebbene Russell non abbia mai avuto l’occasione di poter attaccare la Rossa dello spagnolo. Ciò che principalmente hanno destato preoccupazione in casa Mercedes sono i quasi 30 secondi di ritardo (29 per la precisione) con cui l’inglese ha tagliato il traguardo rispetto alla Red Bull di Max Verstappen, con l’olandese partito 14mo.

Già il secondo e mezzo incassato in Qualifica aveva fatto storcere il naso all’interno della scuderia, e l’allarme definitivo è scattato dopo la bandiera a scacchi. E’ stato lo stesso Toto Wolff, Team Principal della Mercedes, ad analizzare la situazione e mostrare tutta la sua insoddisfazione.

Toto Wolff insoddisfatto: la sua analisi

Mercedes George Russell
La Mercedes di George Russell (LaPresse)

Non possiamo essere soddisfatti del week end” ha detto Wolff che ha poi analizzato la situazione nei dettagli. “Il divario è troppo grande, dobbiamo capire come migliorare la monoposto. Stiamo fornendo ai piloti una vettura che nel giro non ha ritmo ed è difficile da guidare” ha spiegato il Team Principal.

Dobbiamo lavorare per uscire da questa situazione” ha poi aggiunto svelando già le contromosse pronte a Brackley. “Nei prossimi giorni ci inconterremo e fisseremo l’attenzione sia sulla prossima gara che sulla prossima stagione. Si deve restare equilibrati – ha spiegato – non ci si deve far assalire da depressione ed euforia, bisogna essere equilibrati” ha concluso, ricordando come in Ungheria la Mercedes era sembrata davvero molto vicina alla Red Bull, tanto da pensare di poter vincere la gara.

Nella classifica generale, intanto, Russell è scivolato in quinta posizione a 170 punti, scavalcato da Sainz distante appena una lunghezza, mentre Hamilton è ancorato alla sesta piazza con 164 punti. E la Mercedes, dopo l’ultimo Gran Premio, ha perso terreno nei confronti della Ferrari anche nella classifica Costruttori. La scuderia tedesca occupa il terzo posto con 316 punti, a 41 lunghezze dalla Ferrari.

Nel prossimo week end, intanto, il circus si sposterà in Olanda, a casa Verstappen, per un back-to-back senza fiato che condurrà, poi, fino al Gran Premio d’Italia in programma il prossimo 11 settembre.