Morbidelli sorpreso dalla Yamaha: gli elogi del pilota dopo il test

Morbidelli è molto contento delle novità portate da Yamaha nel recente test a Misano: è fiducioso per il futuro.

La stagione MotoGP 2022 di Franco Morbidelli è assolutamente negativa, i risultati parlano chiaro. Difficile tenere il morale alto in questa situazione, ma comunque a Misano Adriatico qualche progresso si è visto.

Franco Morbidelli
Franco Morbidelli (©LaPresse)

Il pilota romano è riuscito ad accedere direttamente alla Q2 delle Qualifiche, una vera notizia e un segnale che le cose potrebbero essere in miglioramento. Purtroppo in gara è stato protagonista di una sfortunata caduta e non sapremo mai che risultato avrebbe potuto ottenere, però quel weekend gli ha comunque lasciato fiducia.

E ancora più fiducia ha provato nel test che si è svolto sempre a Misano Adriatico. la Yamaha ha portato alcune novità a livello di motore, telaio, aerodinamica ed elettronica. Sia lui sia Fabio Quartararo sono rimasti colpiti positivamente dal lavoro effettuato dalla casa di Iwata.

MotoGP, Morbidelli felice delle novità Yamaha

Morbidelli ha lasciato Misano Adriatico con il sorriso e ha spiegato le ragioni: “Ho provato tutto il materiale , è stato un test divertente – ha detto a Motorsport.comperché sono andato forte. Il miglior tempo nella seconda giornata l’ho realizzato con gomma media e questo dà fiducia per il futuro. Dovremo capire come usare meglio le gomme. Yamaha ha fatto un lavoro incredibile, il motore è un evidente passo avanti sia in termini di velocità che di accelerazione. Tutto ciò che si poteva desiderare è arrivato”.

Il nuovo motore della M1 era l’elemento più atteso del test MotoGP a Misano. I giudizi dei piloti sono stati molto positivi. Morbidelli è rimasto impressionato, anche se dovrà attendere il 2023 per gareggiare con un propulsore diverso perché per regolamento non è possibile introdurre una nuova specifica durante il campionato.

Il pilota romano ha detto la sua anche sul nuovo telaio, non completamente convincente invece: “Non è da scartare. Abbiamo raccolto informazioni importanti. Ho guidato forte e curiamo i dettagli, che sono quelli che fanno la differenza. Siamo vicini ai primi cinque, nonostante dai tempi appaia lontano, ma è perché non ho fatto il time attack. Complessivamente sono contento”.

Gestione cookie