Una Ferrari abbandonata torna a “brillare”: non crederete a come era ridotta – Foto

Trovare un’Auto abbandonata può capitare a tutti, ma ben più raro è ritrovarsi davanti ad una Ferrari in pessimo stato.

Nel mondo, purtroppo, ci sono milioni di Auto abbandonate. Alcune vengono ritrovate in garage, altre in parcheggi sotterranei, altre in fienili e altre ancora in ex aree di deposito che vengono dimenticate a loro volta. E in questi casi a rimetterci maggiormente sono sempre loro: le vetture e gli appassionati che sarebbero stati felici di accoglierle.

Ferrari
(Ansa Foto)

Peraltro, questa attività del ritrovamento di tesori d’Auto è diventata un’autentica professione per alcuni di questi stessi appassionati, che, dopo aver condotto delle ricerche per raccogliere informazioni, partono all’avanscoperta di cimeli a quattro ruote per ridargli nuova vita.

Un po’ come è successo qualche tempo fa a Città del Capo, dove è stata ritrovata una Ferrari in pessimo stato. Tuttavia, la scoperta non è avvenuta in un posto nascosto, o comunque lontano dalla città, come può essere un bosco o un deposito chiuso, come spesso capita, bensì in un vialetto di un cortile, alla luce del sole e sotto gli occhi di tutti.

La Ferrari ritrovata

Come riporta il giornale locale Carmag, la Rossa in questione è una Ferrari 308 GTB. Prodotta dalla Casa di Maranello dal 1975 al 1985, è una berlinetta a due posti caratterizzata da da linee sportive e accattivanti, in linea con il percorso stilistico intrapreso all’epoca da Pininfarina che ne curò il design.

Ferrari 308 GTB
Una Ferrari 308 GTB (Ansa Foto)

Il motore, invece, era lo stesso V8 della 308 GT4 ma con lubrificazione a carter secco. E con una cilindrata di 2,9 litri erogava una potenza di 255 cv a 7.700 giri/min. Perciò, considerati i tempi in cui venne realizzata, le sue prestazioni erano elevate, da autentica supercar. Infatti, secondo i dati forniti dal costruttore modenese, la GTB raggiungeva una velocità massima di 252 km/h.

Tuttavia, per le condizioni in cui era stata ritrovata a Città del Capo, la vettura non poteva certo essere in grado di toccare velocità simili.

Arrugginita e deteriorata

Vederla in quello stato non deve essere stato un bello spettacolo per chi l’ha ritrovata, che quindi si è adoperato per rimetterla in sesto. Alla fine, la 308 GTB è finita nelle mani di uno specialista di restauri, Carlo Viglietti, che possiede un’officina nella stessa capitale sudafricana.

L’Auto, come specifica Carmag, si presentava con una carrozzeria arrugginita e interni che quasi cadevano a pezzi. Sintomi, questi, di come la stessa Ferrari sia stata lasciata totalmente all’incuria per parecchi anni.

Sole e intemperie, dunque, i motivi principali che hanno portato al deterioramento della stessa 308. Ma grazie ai lavori di restauro di Viglietti, adesso la vettura sarebbe quasi pronta per godersi la sua seconda “vita”.

Lo stesso restauratore ha optato per riportarla alle sue condizioni originali. Infatti, sebbene sia stata ritrovata in una malconcia livrea di colore rosso, la vettura è stata riverniciata di nero, lo stesso colore con cui uscì per la prima volta dagli stabilimenti di Maranello.

Insomma, per fortuna è andata bene, ma è abbastanza assurdo anche solo immaginarsi come sia stato possibile abbandonare un cimelio simile in mezzo alla strada. E che, soprattutto, nessuno, prima d’ora, abbia pensato di levarla dalla strada per affidarla in mani sicure.

Per vedere le foto della Ferrari – CLICCA QUI