Hamilton, addio alla Mercedes: l’alternativa è già pronta

Lewis Hamilton si lascia andare ad una possibile suggestione per il suo futuro: potrebbe farlo davvero

Un anno “terribile”: Lewis Hamilton non nasconde le sue sensazioni sulla stagione che è ormai alle battute finali.

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton (Ansa)

Intervistato dalla ‘Gazzetta dello Sport’, il sette volte campione del mondo va diritto al punto e definisce la stagione in corso come “una delle peggiori, se non proprio la peggiore“. Il riferimento è alle prestazioni perché lo stesso pilota aggiunge poi che “per il rapporto con la squadra, per il lavoro e di tanto altro invece sono contento“.

Così come è contento del rapporto che si è creato con la Mercedes, tanto che ha rivisitato l’idea di lasciare non troppo tardi la Formula 1. “Adesso ho 37 anni e amo tanto quel che faccio. E anche se quest’anno le prestazioni sono davvero pessime mi diverte molto lavorare col mio team“. Legame a vita tra Hamilton e le frecce d’argento ma che potrebbe essere ‘tradito’ soltanto in una circostanza. E’ lo stesso pilota che dà il là ad una suggestione decisamente particolare e finora mai venuta alla luce.

Hamilton via dalla Mercedes: lo scenario è suggestivo

Hamilton
Hamilton © LaPresse

Lewis Hamilton racconta nell’intervista al quotidiano milanese quale sarebbe l’unica cosa che potrebbe portarlo a guidare un’altra monoposto. “L’unico scenario in cui sarebbe accettabile è se comprassi un team. Se volessi aiutare la mia squadra a diventare competitiva – spiega – allora potrei anche accettare di guidare per crescere“.

Questo però non significa che succederà, anche perché lo stesso Hamilton fa poi un passo indietro: “Non so se potrebbe succedere. Amo lavorare con Mercedes – le sue parole – e il mio piano è restarci a lungo, anche dopo le corse“. Un legame a vita quindi anche se Hamilton non si vede a girare ancora dentro al paddock una volta chiusa la sua carriera da pilota. “Dipenderà dalla mia posizione – spiega -. E’ poco probabile, ho altri interessi e affari. Continuerò però a fare cose per Mercedes, dietro le quinte“. Intanto c’è un campionato da finire, cercando di riuscire a trovare la prima vittoria, e poi lavorare per il prossimo con un obiettivo chiaro: vincere l’ottavo titolo iridato.

Gestione cookie