Daniel Ricciardo, il collega si espone: “Per me non cambia nulla”

Perez ha commentato il ritorno di Ricciardo in Red Bull: qualcuno crede che l’australiano possa mettergli un po’ di pressione.

La Red Bull ha deciso di riportare a casa Daniel Ricciardo e si tratta di un ritorno certamente interessante. Concluso un biennio complicato con la McLaren, l’australiano cercherà di dare un contributo importante da terzo pilota. La sua esperienza può essere utile per lo sviluppo della macchina.

Daniel Ricciardo
Daniel Ricciardo, nuovo terzo pilota Red Bull F1 (Ansa Foto)

Ricciardo ha preferito non considerare un’opzione come la Haas, che cercava un driver di esperienza e aveva considerato anche lui prima di prendere Nico Hulkenberg. Spera di poter tornare a correre in Formula 1, però con una scuderia competitiva.

Forse gli sarà di aiuto fare una stagione senza lo stress delle gare, un modo per ricaricarsi in vista di un eventuale ritorno. Ma non sarà semplice trovare una buona sistemazione nel 2024 dopo un anno sabbatico.

Non gli dispiacerebbe tornare a gareggiare proprio per la Red Bull, però Sergio Perez ha un contratto biennale e dunque non c’è spazio. Solo una clamorosa rottura anticipata potrebbe cambiare lo scenario.

Ricciardo in Red Bull: il commento di Perez

C’è chi vede Ricciardo come una minaccia per il pilota messicano, ma ad oggi non c’è motivo di pensare che lo possa davvero rimpiazzare nel 2024.

Sergio Perez
Sergio Perez, pilota Red Bull F1 (Ansa Foto)

Perez, intervistato da Sky Sports, si è detto non preoccupato dal rientro dell’australiano in Red Bull: “Sono molto rilassato. Viviamo sempre con tanta pressione addosso e per me non cambia assolutamente niente. Per il team è fantastico avere un pilota come Daniel, è un bravo ragazzo e uno di quelli con cui mi trovo meglio. Ci conosciamo da tempo. Ripeto, per me non cambia nulla“.

Il driver di Guadalajara non pensa niente di negativo sull’arrivo di Ricciardo, che certamente può dare un contributo allo sviluppo della monoposto. I due hanno un buon rapporto e dunque non pare esserci il rischio di alcuna tensione.

La scuderia di Milton Keynes ha deciso di puntare su Perez fino al 2024 e si aspetta buoni risultati da parte sua. Nel 2022 è cresciuto rispetto al primo anno e il messicano vuole dimostrare di meritarsi di condividere il box con Max Verstappen.

Gestione cookie