MotoGP, Marquez analizza i test di Valencia

14
MotoGP, Marquez analizza i test di Valencia
MotoGP, Marquez analizza i test di Valencia (Foto: Tuttomotoriweb)

MotoGP, Marquez analizza i due giorni di test a Valencia e sembra preoccupato dello sviluppo Yamaha.

Il pilota della Repsol Honda, Marc Márquez, ha terminato il secondo giorno di test a Valencia settimo. Il pilota spagnolo ha analizzato il suo lavoro e spiegato cosa deve migliorare la Honda, in vista della prossima stagione e dell’agguerrita concorrenza.

In questo primo assaggio di 2020 della MotoGP, sono emersi temi molto interessanti con diversi protagonisti. Uno dei quali è stato il solito Marc Márquez, che si è detto “felice” del lavoro svolto. Inoltre, il fenomeno di Cervera è stato in grado di testare una “prima versione” della Honda 2020. Ecco le sue prime impressioni a caldo: “Questa moto ha molto potenziale, ma a poco a poco stiamo facendo i primi passi nel motore e comprendendo l’evoluzione del telaio. Ci sono punti positivi e negativi, come sempre, ma soprattutto abbiamo fatto un buon test”.

Tuttavia, Márquez ha anche criticato alcuni aspetti del nuovo prototipo della MotoGP: “Ci sono alcune cose che dobbiamo ancora migliorare, perché in alcune curve non ho avuto la sensazione migliore. Abbiamo inoltre visto come la Yamaha è molto forte in questo settore”.

Per quanto riguarda il compito che ha svolto in questi due giorni, il maggiore dei Márquez ha concluso dicendo: «Abbiamo testato un nuovo pacchetto aerodinamico nel prototipo del 2020 con un nuovo motore e telaio e che non è stato male, ci sono stati alcuni punti interessanti. Abbiamo provato qualcosa con l’elettronica, ma non abbiamo lavorato molto duramente in questo campo ».

MotoGP, verso i test di Jerez

I piloti della MotoGP tra cinque giorni faranno un altro test a Jerez e tutti non vedono l’ora di migliorare ulteriormente in vista della stagione 2020, al via in Qatar il prossimo 8 marzo. Per le prove successive l’otto volte campione del mondo, ha dichiarato che servirà un’altra versione dell’HRC per effettuare un confronto: “Ora proveremo a confermare i risultati a Jerez tra cinque giorni, perché possiamo vedere meglio la posizione della nuova moto rispetto a quella della concorrenza”.

L’aneddoto del giorno è stato quando i fratelli Márquez si sono incontrati in pista, prima Marc ha studiato suo fratello, Álex, seguendolo da vicino e poi lo ha lasciato indietro. «Ho guidato con lui, l’ho preso e sono rimasto dietro di lui. Non guida male! Soffre nei punti più delicati della Honda, che è da qualche parte nella frenata. È il punto più critico della moto ». Piccola nota a margine, sia Marc che Crutchlow hanno riportato cadute nella seconda giornata di test, mentre Alex è riuscito a far tesoro di quanto accaduto nel primo test ed è rimasto immacolato.

A proposito di suo fratello, Marc ha voluto togliergli un pizzico di pressione che inevitabilmente si sta creando: “È il momento dei test, Alex sta provando delle cose e noi delle altre, per preparare al meglio la prossima stagione. Ha ancora bisogno di tempo per abituarsi”.

Clicca qui per leggere tutti i risultati dei test di Valencia