Moto GP, Capirossi ironico: “Cambieremo le regole per Valentino…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:37
75

Intervistato per Sky Sport, l’ex pilota Moto GP Loris Capirossi ha parlato del destino del motomondiale e ha scherzato sul futuro di Valentino Rossi

moto gp capirossi
L’ex pilota Moto GP Loris Capirossi ha scherzato sul futuro di Valentino Rossi (Getty Images)

In questo momento, fare ipotesi sul futuro è decisamente non facile. Il Coronavirus, di fatto, ha sconvolto il normale vivere di tutti. Di conseguenza, eventi o manifestazioni sono stati rinviati o, nel peggiore dei casi, soppressi. Anche la Moto GP sta subendo lo stesso destino, con un calendario che vede sempre meno gare in programma. Ne ha parlato ai microfoni di Sky Sport Loris Capirossi, ex pilota e ora rappresentante della Dorna.

Nel corso della sua carriera, Capirossi ha messo in pista (e fuori) tanti duelli con Valentino Rossi, mentre ora il rapporto tra i due è migliorato. Nel corso dell’intervista, il rappresentante Dorna ha scherzato sul futuro del Dottore, dicendo: “Saremo costretti a cambiare le regole per far gareggiare Valentino anche a 51 anni“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Moto GP, slitta anche Barcellona: destino segnato per il Mugello?

Capirossi sul futuro della Moto GP: “Possiamo ancora organizzare campionato

moto gp capirossi
Nel corso dell’intervista, Capirossi ha poi parlato del possibile calendario dell’attuale stagione di Moto GP (Getty Images)

Nel corso della lunga intervista rilasciata per Sky Sport Moto GP, Loris Capirossi ha parlato di più argomenti. Essendo rappresentante della Dorna, inevitabilmente gli è stato chiesto di chiarire la situazione sul futuro della Moto GP per quest’anno. “Non possiamo andare oltre il 15 dicembre” spiega Capirex, che aggiunge: “Altrimenti metteremmo a rischio la prossima stagione“.

Entrando poi nello specifico, Capirossi ha tenuto a chiarire che ci sono ancora i tempi per poter schedulare una stagione di motomondiale valida. “Siamo ancora nella posizione di poter organizzare un buon campionato” aggiungendo che: “L’idea è quella di partire ad agosto, sfruttando il più possibile l’Europa e spostandoci verso Asia e Australia nelle ultime settimane di calendario“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Quarantena violata in motorino, multa super a Lecce