Triggo, arriva l’auto elettrica che si piega come…una fisarmonica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:27

Si chiama Triggo l’automobilina, sviluppata da una compagnia polacca, che è in grado di rimpicciolirsi da 148 ad 86 centimetri

Si chiama Triggo ed arriva dall’omonima compagnia polacca il veicolo elettrico che è in grado di accorciarsi, come fosse una fisarmonica, di ben mezzo metro. Passa dunque dagli originali 148 centimetri ad 86, grazie al telaio variabile.

Una versione di pre-produzione totalmente funzionale, afferma l’azienda, è al momento disponibile. La sua produzione in serie, però, dovrebbe iniziare nel 2021.

L’idea dell’automobilina nasce, però, nel 2010 e finanziata solamente 6 anni dopo, quando partecipa ad una competizione europea chiamata Fast Track. Nel 2019 è arrivato l’ok per un VIN (Vehicle Identification Number) che gli consentirà di viaggiare sulle strade.

LEGGI ANCHE—> Monopattini elettrici, Ducati lancia Cross-E e Pro II: foto e caratteristiche

Triggo, tutte le caratteristiche

Il veicolo elettrico è da grandi città ed è stato progettato per un sistema di batterie intercambiabili. Farà, ovviamente, parte delle vetture L7E e cioè quei quadricicli con un peso a vuoto massimo di 400 chilogrammi escluse le batterie. La sua autonomia prevista è di 100 chilometri. A bordo del veicolo elettrico ci sono due motori elettrici da 10 kilowatt ciascuno. Nonostante ciò, viste le normative della classe L7E, la potenza è stata abbassata a 15 kilowatt totali. E’ dotato anche di una batteria sostituibile da 8 kilowattora.

La caratteristica principale, come già detto, è la larghezza variabile. Sulla strada il veicolo ha una larghezza di 148 centimetri e può raggiungere una velocità fino a 90 chilometri all’ora. In modalità di manovra, essa si riduce a 86 centimetri. Questo restringe anche il raggio di sterzata a 3,5 metri. Questa funzione permette facili spostamenti negli ingorghi e parcheggi. In tale situazione, la velocità si riduce a 25 km/h.

LEGGI ANCHE—> Decreto Rilancio, incentivi auto elettriche e bonus mobilità: le misure