KTM, una scelta controcorrente: assunzioni in arrivo per il marchio austriaco

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:32

KTM ha preso una decisione in controtendenza con l’andamento del mercato, così, dopo i buoni segnali di ripresa dalla crisi, sono in arrivo nuove assunzioni.

KTM 890 Duke R
(Foto: Wheelsage)

Mentre il mercato mondiale si trova alle strette a causa della crisi economica di proporzioni epocali a causa della pandemia Covid-19, c’è anche chi, dopo le prime battute d’arresto inevitabili, ha preso una decisione in controtendenza a quanto avviene in altre realtà. Si tratta di KTM, che, dopo i buoni segnali di ripresa, ha elaborato un nuovo piano di assunzioni nell’azienda.

Ultimamente, nel settore automobilistico, Aston Martin ha deciso di tagliare ben 500 posti di lavoro. Decisioni analoghe le hanno dovute prendere anche Renault, McLaren e Nissan. In particolare, quest’ultima ha visto una rivolta non troppo pacifica da parte dei propri lavoratori davanti allo stabilimento di Barcellona, in seguito alla decisione dei vertici di chiuderlo entro la fine dell’anno. Per quanto riguarda l’ambito delle due ruote, Triumph è stata solamente l’ultima a comunicare che licenzierà 400 dei 2500 suoi dipendenti nel mondo.

Così, mentre la maggior parte delle Case è costretta a licenziare, lamentando gravosi cali delle vendite, il Gruppo che controlla il marchio austriaco, Pierer Mobility, è in procinto di ampliare il numero dell’organico nella fabbrica centrale in Austria.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Aston Martin e Triumph pagano la crisi: annunciati licenziamenti in massa

KTM: i numeri delle assunzioni

KTM 390 Adventure
(Foto: Wheelsage)

Il Gruppo Pierer Mobility che controlla, oltre KTM, Husqvarna e Gas Gas, ha rivelato come la ripresa economica sia a tutti gli effetti iniziata. In particolare, i numeri delle vendite positivi sarebbero dovuti al boom delle e-bike, a marchio Husqvarna e R Raymon, anche grazie agli incentivi statali messi a disposizione dai governi.

Negli ultimi mesi, KTM ha presentato tre nuovi modelli 1290 Super Duke R, 390 Adventure e 890 Duke R, ed è tornata a produrli dal 18 maggio scorso. Proprio a tal proposito, la Casa motociclistica ha deciso di assumere nel prossimo futuro 70 nuovi dipendenti nello stabilimento di Mattighofen, in Austria, portando l’organico a più di 4.000 lavoratori.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> McLaren, Factory ipotecata e licenziamenti: i numeri sui possibili esuberi