Valentino Rossi e il terrore del ritiro, Pernat spiega le differenze con Dovizioso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:19

Intervistato da gpone.com, il manager Carlo Pernat ha spaziato tra vari temi caldi della MotoGP, parlando anche della situazione legata a Valentino Rossi e Andrea Dovizioso

valentino rossi dovizioso
Valentino Rossi e Andrea Dovizioso, futuro in bilico (Getty Images)

La partenza della MotoGP è sempre più vicina. Il lungo stop dovuto all’emergenza Coronavirus ha causato parecchi ritardi, facendo posticipare l’esordio di diversi mesi. I vari team e i piloti sono ora pronti a scendere in pista, e a darsi battaglia per conquistare il gradino più alto del podio.

Tra i temi caldi, c’è ovviamente il mercato piloti. Intervistato in esclusiva da gpone.com, il manager Carlo Pernat ha parlato dell’attuale situazione legata ad Andrea Dovizioso e al suo futuro, facendo un parallelismo con Valentino Rossi. “Al momento, le sue possibilità sono rimanere in Ducati o smettere con le corse” ha spiegato Pernat: “È una situazione completamente diversa rispetto a Rossi: lui è stanco e ha voglia di smettere, mentre il Dottore ha paura di farlo“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> MotoGP, Quartararo non ha fretta: “Se non vinco non è un dramma”

MotoGP, Pernat su Valentino Rossi: “Occasione unica in Petronas, come mai nessun altro”

valentino rossi dovizioso
L’opinione del manager Carlo Pernat (Getty Images)

Nel corso della lunga intervista rilasciata per gpone.com, il manager Carlo Pernat ha parlato di MotoGP a tutto tondo. Dopo aver risposto alla domanda sul futuro di Dovizioso, il dirigente si è soffermato proprio su Valentino Rossi e sul suo possibile approdo in Petronas. “La prossima stagione avrà un occasione unica e, nel caso dovesse lottare per il titolo, Yamaha non lo ostacolerebbe” ha raccontato Pernat: “Mai nessun altro pilota nella storia ha mai avuto una chance del genere“.

Soffermandosi poi sul gruppo di lavoro con il quale il nove volte campione del Mondo dovrebbe lavorare per preparare al meglio la sua moto, il manager si è detto piuttosto dubbioso. “Non saprei, è una questione ancora da risolvere” ha spiegato: “Secondo me, alla fine, lui si porterà i suoi uomini e Quartararo farà lo stesso“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> MotoGP, possibili GP a porte aperte: Jerez aspetta il via libera