MotoGP Jerez: Quartararo prima vittoria, fuori Marquez. La classifica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:00
742

Il Live della MotoGP Jerez con la diretta della Gara aggiornata in tempo reale. Fabio Quartararo parte in pole davanti a Vinales e Marquez

LIVE MotoGP Jerez, Gara in tempo reale: in pista alle 14.10
LIVE MotoGP Jerez, Gara in tempo reale: in pista alle 14.10

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA PAGINA

15.00: Fabio Quartararo vince e dedica la prima vittoria in MotoGP alle vittime del Covid-19. Per ora chiudiamo qui, ma continuate a seguire AutoMotoriNews per gli approfondimenti, le pagelle, le parole dei protagonisti, gli aggiornamenti sulle condizioni di Marc Marquez.

14.45: Quartararo è il primo francese a vincere in classe regina dai tempi di Regis Laconi nel 1999. Si correva ancora sulle 500. Stravolto e sorridente, inizia il suo secondo anno in MotoGP con un successo di forza e maturità in una gara piena di colpi di scena L’ORDINE DI ARRIVO 

FINITA! PRIMA VITTORIA IN CARRIERA DI FABIO QUARTARARO! Chiude secondo Vinales, terzo un ottimo Dovizioso. Ritiro per Valentino Rossi, caduta dolorosa per Marc Marquez. Impenna e festeggia Quartararo.

GIRO 24: Morbidelli si tocca con Miller, tiene la moto su con una manovra da campione mentre gli sguscia da sotto. Dovizioso approfitta e passa Miller! Concreto, poco appariscente, va in zona podio. Brutto segnale però, anche per il Mondiale: Marquez con il collare.

GIRO 23: Quartararo sempre avanti, vicino alla prima vittoria in MotoGP. Secondo Vinales. Terzo Miller.

GIRO 22: Marquez giù! Highside alla curva 3! Cade nella curva dove Mick Doohan finì la sua carriera. Ha guidato con cuore e foga da campione, esce con una smorfia di dolore.

GIRO 21: Marquez in zona podio! Duello rusticano, spettacolare con Miller che per una curva riesce anche a tenerlo dietro. Sbaglia, rimonta e ora sogna addirittura di vincere. Show del Cabroncito

GIRO 19: Marquez cambia linea in frenata, si butta dentro e supera Dovizioso con la sua Honda da guidare sempre di forza. Ma cambiare idea a metà frenata è un rischio enorme. Vinales si riprende da dietro e infila Miller, che potrebbe a sua volta soffrire un calo di gomme

GIRO 18: Grande gara di Miller, che l’anno prossimo sarà nel team ufficiale Ducati. Vinales galleggia in terza posizione, con il serbatoio che si svuota il degrado delle gomme impata meno al posteriore. Si ritira però Valentino Rossi

GIRO 17: Sorpassone di forza e di motore di Marquez, che infila Morbidelli e Bagnaia grazie a un grip al posteriore impossibile per chiunque. Marc-attack sesto a otto gare dalla fine. Sta per arrivare su Dovizioso

GIRO 16: Iniziano i 10 giri finali, quelli in cui si decide la corsa. Miller crea un piccolo vuoto rispetto a Vinales. La battaglia più bella è quella che coinvolge Bagnaia, Morbidelli e Marquez. E’ a un secondo e mezzo da Dovizioso, il team lo avvisa.

GIRO 15: Marquez guadagna un secondo su Quartararo tra giro 11 e 14. Crolla Bagnaia, infilato da Espargaro. E’ sesto, con Morbidelli dietro: bel duello fra i due. Dietro Marquez li ha nel mirino

GIRO 14: Dovizioso passa Bagnaia alla Pedrosa, è quarto. Quartararo guadagna mezzo secondo su Miller. Marquez è quasi su Morbidelli, la battaglia fra i primi lo aiuta nella rimonta

GIRO 13: Marquez passa Rossi con facilità forse eccessiva. Bagnaia e Dovizioso sono al momento quarto e quinto. Notevoli i progressi per KTM

GIRO 12: Aggressivo Marquez che passa Oliveira e si mette all’inseguimento di Valentino Rossi. E’ nono, tra i due nove decimi. Quartararo guadagna un altro decimo, è in fuga. Un uomo solo al comando

GIRO 11: Quartararo ha quasi 8 decimi su Miller, ne ha guadagnati quattro nell’ultimo giro. Ora è il momento della verità anche per Miller. Indiavolato Marquez, 1.38.3

GIRO 10: I primi sei sono racchiusi in due secondi, il gruppo di testa si chiude con Pol Espargarò. 15 giri alla fine

GIRO 9: Vinales largo all’ultimo tornante, dietro si infilano Quaratraro, primo, e Miller, secondo.

GIRO 8: Quartararo si avvicina enormemente a Vinales, che in un giro perde mezzo secondo di vantaggio. Fa fatica in curva, gira sul piede dell’1.39.7. Forse la scelta delle due gomme morbide non paga

GIRO 6: Quartararo all’ultima frenata passa Mir, bel sorpasso poi tiene in volata sul rettilineo d’arrivo. E’ secondo. Il replay di Marquez è impressionante, era praticvamenbte giù in una curva veloce eppure tiene la HRC su. Ma è già dodicesimo, gira un secondo più veloce del gruppetto con Valentino Rossi. Ha 9,3 secondi da Vinales

GIRO 5: MARQUEZ NELLA GHIAIA! La riprende con un salvataggio splendido alla curva 4, che è una curva da 160 kmh. La tiene, ma esce in sedicesima posizione, davanti al fratello

GIRO 4: Vinales fa la differenza nel quarto settore ma non basta. Tentativo di fuga di Marquez, che però sa di essere in difficoltà nelle frenate lente.Quartararo avvicina Miller ma resta quarto

GIRO 3: Marquez si riprende la prima posizione. Vinales quasi lo tampona in staccata alla Pedrosa. La Yamaha molto più veloce della Honda nelle curve veloci

GIRO 2: Quartararo indietro, e Bagnaia lo passa. Al primo giro ha rischiato anche l’imbarcata Vinales. Posizioni invariate, con Top Gun che tiene dietro Marquez e Miller. Dovizioso sesto, Rossi decimo. Davanti spingono, Quartararo alla Pedrosa si riprende la quinta posizione. Cade Mir

1400: 25 GIRI, SI PARTE! Comincia il 2020 della MotoGP e scatta benissimo Vinales, davanti a tutti! Marquez controlla, Quartararo parte male ed è quarto dietro anche Miller.

13.58: Prima marcia dentro… inizia il giro di ricognizione. Interessanti le scelte di gomme dei piloti. Praticamente tutti con dura davanti e morbida dietro. Solo Maverick Vinales azzarda l’accoppiata soft-soft. Ieri aveva lasciato intendere di voler partire forte e passare davanti alla prima curva. MotoGP Jerez, la guida al circuito: storia, caratteristiche e curiosità

Inizia il Mondiale 2020. Si parte da Jerez, in Spagna. La notizia dell’ultima ora è il forfait di Cal Crutchlow per le conseguenze della caduta di ieri in qualifica. CLICCA QUI PER TUTTI I DETTAGLI

A Jerez fa caldissimo, i piloti devono cercare di rinfrescarsi, nonostante l’asfalto tocchi i 60 gradi. Ricordiamo la griglia di partenza: Fabio Quartararo ha raccolto la pole position davanti a Maverick Vinales e Marc Marquez. Marc, insieme al fratello Alex, corrono con caschi speciali all’asta su Catawiki con immagini simbolo del difficile periodo durante il lockdown.

Riparte dunque la sfida fra i due grandi rivali. L’italo francese ha ammesso che avrebbe potuto fare ancora meglio. La sua è una carriera con molti contrasti finora. E’ il francese con più pole di sempre in MotoGP, ma in classe regina non ha vinto nemmeno una gara.

Top Gun ha promesso una strategia aggressiva. Sorpreso dalla velocità dei primi giri in Q2 e dall’efficacia delle gomme, punta a uscire primo o secondo dalla prima curva per poi imporre il proprio ritmo. Così la M1 funziona al meglio. Con il caldo, la gestione delle gomme è un fattore decisivo. E le Yamaha possono contare su un valore aggiunto, ha detto, negli ultimi 10 giri della gara.

Leggi anche – MotoGP Jerez, Qualifiche: Quartararo beffa Marquez, Rossi dietro | Classifica

MotoGP Jerez, deve rimontare Valentino Rossi

MotoGP Jerez, deve rimontare Valentino Rossi
Valentino Rossi

Dovrà rimontare invece Valentino Rossi ha discusso a distanza con Pietro Taramasso di Michelin sulle cause del suo problema con le gomme: un problema che né Vinales né i suoi rivali sembrano avvertire. CLICCA QUI PER L’APPROFONDIMENTO

Ieri è caduto Alex Rins, che ha rimediato due lussazioni e una frattura alla curva 11 nel finale delle prove. La clinica mobile l’ha dichiarato “unfit”.

Leggi anche – MotoGP Jerez, la griglia di partenza: pole Quartararo, le posizioni