Mercedes si fa in tre: nuove app e implementazioni delle vendite on line

La Mercedes ha annunciato una nuova generazione di prodotti e servizi basati su applicazioni digitali e software personali. L’auto verrà guidata da cellulari e palmari, con l’obiettivo di creare un nuovo “ecosistema digitale”.

Mercedes App
Foto: Mercedes

Il progetto è molto ambizioso e prevede il lancio di questo pacchetto di applicazioni, tutte raggruppate in un unico “folder” digitale denominato Mercedes Me. Il lancio dovrebbe essere già disponibile entro il 2020 in quaranta paesi.

Mercedes Me e tutte le applicazioni in un unico spot

Le applicazioni in definitiva consentono un’estensione stessa del cervello della macchina sul cellulare dell’utente che anche lontano dall’abitacolo può conoscere quella che è la situazione generale della propria vettura. Da dati elementari come chilometraggio, disponibilità del carburante, temperatura interna, pressione degli pneumatici pianificando per tempo il viaggio in connessione con il navigatore della vettura. Mercedes sostiene che l’intenzione è quella di migliorare “le funzionalità di base con un’esperienza del cliente ancora più coinvolgente e personalizzata”.

L’app Mercedes Me potrà anche gestire il software per il pre-condizionamento della vettura, il tetto convertibile o i finestrini laterali, con una nuova funzionalità collegata all’allarme, chiedere all’auto di segnalarsi attraverso un flash dei fari: opzione comodissima nei parcheggi molto affollati.

La seconda app disponibile, Mercedes Me Store, consentirà agli utenti di accedere facilmente a prodotti digitali che possono essere acquistati tramite lo smartphone: implementazioni per il navigatore o il sistema infotainment concentrando qui tutti gli aggiornamenti dei software.

LEGGI ANCHE Freddy Mercury, le Auto del frontman dei Queen: spicca una Mercedes

Obiettivo il 25% di auto vendute online

Una terza app, Mercedes Me Service, ospiterà tutte le informazioni che riguardano la manutenzione dell’auto. Una memoria storica di ogni intervento già fatto e di tutto quello che può essere raccomandato e programmato. La casa tedesca ha anche in programma la realizzazione di video e tutorial da mettere a disposizione del pubblico.

La vera novità, tuttavia, sarà l’SDK, il Mercedes Software Development Kit. Si tratta di un laboratorio in cloud aperto a tutti i programmatori indipendenti che vogliono implementare app connesse alle interfacce del veicolo. Una vera rivoluzione. Perché in questo modo Mercedes diventa una delle prime case globali a garantire l’accesso a dati e funzioni di fabbrica per il loro sviluppo a tecnici che non sono direttamente dipendenti dalla casa.

L’ultima implementazione riguarda il canale di vendita. La casa tedesca vuole sempre meno clienti in autosalone e sempre più auto vendute direttamente dalla casa on line, con prove su strada programmate e una vendita personalizzata online. Un bel risparmio per l’azienda e un bel danno per i concessionari ufficiali che di questo sviluppo, invece, non sono per nulla contenti.

Mercedes prevede di raggiungere almeno un 25% delle sue vendite globali di autovetture attraverso canali online entro il 2025.

LEGGI ANCHE > Mercedes Classe T, serie per le famiglie: le anticipazioni